covid
1:43 pm, 26 Dicembre 21 calendario

Germania, il lockdown dei No Vax funziona: crollo contagi

Di: Redazione Metronews
Nuovo record giornaliero
condividi

A tre settimane dall’inizio del lockdown dei No Vax, la Germania raccoglie i primi frutti di questa misura: il numero giornaliero dei nuovi casi di Covid è infatti passato da quasi 74 mila a 10.100 oggi.

Il lockdown dei No Vax

Il 2 dicembre scorso, a un passo dall’addio, il governo di Angela Merkel ha deciso che solo i vaccinati e i guariti dal Covid possono accedere a ristoranti, cinema, eventi culturali, musei e negozi non essenziali. E’ stata quindi introdotta la regola del 2G, ovvero ‘geimpft o genesen’ (vaccinati o guariti). Seocndo il Robert Koch Institute l’incidenza settimanale è arrivata oggi a 220,7 per 100 mila abitanti, mentre ieri era pari a 242,9 e la settimana scorsa era 315,4. Il numero totale dei morti è arrivato a 110.364.

Il rischio terapia intensiva per i No Vax

Il rischio di terapia intensiva per i non vaccinati rispetto a chi ha ricevuto la terza dose “è 85 volte maggiore per gli over 80; 12,8 volte maggiore per la fascia 60-79 anni; 6,1 volte maggiore per i 40-59 enni”. E’ quanto emerge dal Report esteso dell’Istituto superiore di sanità  (Iss) che integra il monitoraggio settimanale sul Covid nel Natale in cui si registra il record di nuovi contagi.

Voli cancellati

Nel mondo, sono oltre 1.500 i voli che erano in programma oggi e che sono stati cancellati a causa della situazione epidemiologica. Complessivamente, fra la vigilia di Natale, il giorno di Natale e il giorno di Santo Stefano sono stati più di 6.000 i voli annullati, di cui circa mille riferibili agli Stati Uniti (voli internazionali o interni), secondo quanto riporta il sito Flightaware.  Ad aggravare il caos dei viaggi negli Usa è il maltempo nell’ovest del Paese. Molte compagnie aeree hanno problemi di carenza di personale perché vi sono piloti, assistenti di volo e altre figure professionali positivi al Covid o in quarantena per esposizione a casi confermati. Lufthansa, Delta, United Airlines, JetBlue e Alaska Airlines sono alcune delle compagnie che sono state costrette a cancellare i propri voli in un periodo dell’anno in cui normalmente viaggiano molte persone.

26 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo