economia
1:22 pm, 19 Dicembre 21 calendario

I nodi della manovra da sciogliere: bollette, Irpef e superbonus

Di: Redazione Metronews
Maratona sulla manovra
condividi

I nodi della manovra da sciogliere: bollette, Irpef e superbonus. Ultimi dieci giorni di fuoco per il governo prima della chiusura dell’anno. Oltre alla situazione sanitaria, centrale è anche il nodo dell’economia, con la chiusura entro la fine dell’anno dei lavori sulla manovra e la presentazione  del lavoro di completamento sul Pnrr con i 51 obiettivi previsti. Intanto slittano i lavori sulla manovra, con il calendario della commissione Bilancio di palazzo Madama che segna una nuova seduta per martedì 21 dicembre e posticipa la prima di lunedì dalle 9.00 alle 11.30. La nuova tabella di marcia porta l’approvazione della manovra in aula a giovedì 23 dicembre, considerando il tempo necessario per la preparazione del testo modificato dalla commissione. Dopo le feste di Natale toccherà alla Camera, che dovrà licenziare il provvedimento senza modifiche entro la fine dell’anno.

I nodi da sciogliere: bollette, Irpef e superbonus

Il governo ha presentato un pacchetto di emendamenti venerdì, che contiene il decreto legge da 3,2 miliardi di euro da utilizzare per il taglio delle bollette di luce e gas e la decontribuzione per i redditi più bassi, insieme alla nuova Irpef e alla cancellazione dell’Irap per circa un milione di attività. Ieri sono arrivate altre 3 proposte, tra cui le norme contro la delocalizzazione, e altre ne dovrebbero arrivare.

C’è attesa per la norma sul superbonus. Tutti i partiti della maggioranza sono d’accordo sull’eliminazione del tetto dei 25mila euro di Isee per la sua applicazione nel 2022 alle abitazioni unifamiliari con una soglia del 30% di lavori completati entro il 30 giugno. Ma la misura, secondo quanto viene riferito, è ancora oggetto di interlocuzioni e al vaglio del Mef che lavora per quantificare i costi e definire il perimetro della revisione. La proposta di modifica dovrebbe essere messa a punto definitivamente nelle prossime ore, ma non è escluso che possa richiedere più tempo del previsto e far slittare ulteriormente l’ordine dei lavori.

19 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo