sciopero generale
6:11 pm, 14 Dicembre 21 calendario

Sciopero generale: non si fermano scuola, sanità e poste

Di: Redazione Metronews
Alunni in classe
condividi

La sanità, la scuola e gli sportelli postali non si fermeranno per lo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil per giovedì 16 dicembre. Gli stessi sindacati hanno deciso di escludere sanità pubblica e privata, comprese le Rsa, «per salvaguardare il diritto prioritario alla salute dei cittadini in questa fase di emergenza pandemica».

Scuola, sanità e poste non scioperano

Il personale della scuola, avendo effettuato lo sciopero il 10 dicembre, non aderirà alla protesta. Tra i settori esclusi interamente anche quelli dell’igiene ambientale e degli addetti agli sportelli postali. Non si fermeranno una serie di imprese nelle pulizie multiservizi, o nella vigilanza privata, che erano state già interessate da stop precedentemente programmati.

Trasporto, gli esclusi

Molte le aziende escluse nel trasporto pubblico locale per agitazioni ravvicinate: la Panoramica Chieti, la Lanar Mobilità Formello (Roma), la Avm-Act Venezia, la Ferrotramviaria-ferrovia Nord Barese Bari, la Atm Molise – depositi Campobasso-Isernia, se la Atm Messina, la Tua Lanciano (CH). Nel trasporto aereo sono state esonerate alcune società di servizi aeroportuali come la Mle che opera a Linate e Malpensa, così come il personale addetto ai servizi portuali che sciopererà il 17 dicembre.

Nel trasporto ferroviario escluse Trenord/Lombardia, Mercitalia Rail Lombardia e Mercitalia Rail Campania, sempre per agitazioni ravvicinate. Per scioperi concomitanti resteranno esclusi anche i dipendenti Rai appartenenti alla Produzione Tv di Torino.

14 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA