editoria
7:29 pm, 6 Dicembre 21 calendario

Più Libri Più Liberi celebra i 20 anni all’insegna della libertà

Di: Osvaldo Baldacci
condividi

Più Libri Più Liberi festeggia i suoi primi 20 anni e dedica l’edizione di quest’anno proprio alla libertà. Un traguardo importante che arriva in un momento particolarmente significativo per la storia del nostro Paese: l’Italia esce finalmente dal lungo periodo buio dell’emergenza sanitaria e scommette sul futuro, dopo che lo scorso anno la manifestazione è stata cancellata per la pandemia. La Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria si svolge a Roma fino a mercoledì 8 dicembre. Dal 2017, la manifestazione si tiene all’Eur presso il nuovo centro congressi della capitale, La Nuvola, progettata dall’archistar Massimiliano Fuksas. Più libri Più Liberi è la prima fiera italiana dedicata esclusivamente all’editoria indipendente dove ogni anno circa 500 editori, provenienti da tutta Italia, presentano al pubblico le novità ed il proprio catalogo. Cinque giorni e centinaia di eventi in cui incontrare gli autori, assistere a reading e performance musicali, ascoltare dibattiti sulle tematiche di settore.

Libri e libertà

Il tema scelto per questa edizione di Più libri più liberi è La Libertà. Il modo più appropriato per celebrare questo momento di rinascita ma anche di nuova condivisione. Un concetto cruciale per le vite di tutte e tutti, che la Fiera dei piccoli e medi editori – non a caso – contiene nel suo stesso nome, nel suo stesso DNA. Un ideale a lungo anelato e, dopo i duri mesi di lockdown, finalmente ritrovato. Ma anche un tema portante di ogni passata edizione, coniugato nelle sue molte possibili declinazioni: le libertà collettive e quelle personali, l’impegno per i diritti civili e politici, la libertà di stampa e di espressione, un dato concreto e irrinunciabile per milioni di persone nel mondo.

Ma c’è anche un altro significato: sono proprio i libri che ci liberano e ci elevano. In questo spirito è nata un’iniziativa speciale: viene chiesto a tutti i grandi ospiti italiani e internazionali di portare un libro che in qualche modo li ha liberati. In ogni volume l’autore che lo ha regalato scriverà una frase, una dedica. I libri saranno destinati proprio a quei luoghi dove la libertà è sospesa: le carceri. Grazie alla collaborazione con il Ministero della Giustizia, i volumi andranno ai 17 Istituti per la Giustizia Minorile e di Comunità del territorio. Ogni ragazzo riceverà un libro.

I numeri di Più Libri Più Liberi

A Più Libri Più Liberi 484 espositori, provenienti da tutto il Paese, presenteranno al pubblico le novità e il proprio catalogo. Cinque giorni e oltre 400 appuntamenti in programma in cui ascoltare autori, assistere a dialoghi, letture, dibattiti e incontrare gli operatori professionali. Tra gli ospiti Mario Vargas Llosa, Alessandro Baricco, Roberto Saviano, Michela Murgia, Zerocalcare, Giulia Caminito, Nadia Terranova, Vera Gheno, Donatella Di Pietrantonio, Stefano Bartezzaghi e molti altri.

Nel 2020 il numero di medi e piccoli editori si attesta a 4.748, in calo del 2,2% rispetto all’anno precedente. Importante (-14,7%) il calo degli editori che pubblicano tra 61 e 100 titoli l’anno: sono 116. Tuttavia continua a crescere la quota di mercato: il venduto a prezzo di copertina della piccola e media editoria nei canali trade è pari al 42%, in lento ma costante aumento rispetto al 39,8% del 2017. La piccola e media editoria in Italia dà lavoro a 8.590 persone (esclusi collaboratori e consulenti) e il valore del venduto a prezzi di copertina nei canali trade ha superato per la prima volta nel 2020 quota 600 milioni (600,6, in crescita dello 0,9% rispetto all’anno precedente).

Il progetto

Più libri più liberi nasce nel dicembre del 2002 da un’idea del Gruppo Piccoli Editori dell’Associazione Italiana Editori. L’obiettivo è quello di offrire al maggior numero possibile di piccole case editrici uno spazio per portare in primo piano la propria produzione, spesso “oscurata” da quella delle imprese più grandi, garantendogli la vetrina che meritano. Una vetrina d’eccezione, nella capitale d’Italia e durante il periodo natalizio.

 

6 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA