Formula 1
10:06 pm, 5 Dicembre 21 calendario
3 minuti di lettura lettura

Tra Hamilton e Verstappen testa a testa fino alla fine

Di: Redazione Metronews
condividi

F1 – Lewis Hamilton ha vinto il GP dell’Arabia Saudita, una gara incredibile tra contatti, sospensioni, safety e virtual safety car. Aspro il duello tra il britannico della Mercedes e l’olandese della Red Bull Max Verstappen, ora raggiunto in testa alla classifica e che ha scontato una penalità di 5” ma anche dovuto restituire la prima posizione a Hamilton per una serie di duelli ravvicinati. Tutto si deciderà nell’ultima gara di Abu Dhabi, anche se tra i due pretendenti al titolo c’è un’investigazione in corso. Tornando alla classifica, Verstappen ha però un vantaggio: le 9 vittorie ottenute contro le 8 di Hamilton.

Verstappen (Lapresse)

Dietro a Hamilton e Verstappen (2°) Leclerc 7° e Sainz 8°

A completare il podio il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas che ha così avvicinato la scuderia tedesca al titolo costruttori. Quarto il francese dell’Alpine Esteban Ocon che si è lasciato alle spalle l’australiano della McLaren Daniel Ricciardo, il francese dell’Alpha Tauri Pierre Gasly e le due Ferrari del monegasco Charles Leclerc e dello spagnolo Carlos Sainz. A completare la top ten l’italiano dell’Alfa Romeo Antonio Giovinazzi e l’inglese della McLaren Lando Norris.

Pari punti: il precedente

Trecentosessantanove,cinque. Sono i punti di Lewis Hamilton e Max Verstappen che si presenteranno appaiati in classifica al via dell’ultima gara di domenica prossima ad Abu Dhabi. L’unico precedete risale al Mondiale del 1974, con gli sfidanti Emerson Fittipaldi e Clay Ragazzoni su Ferrari a pari punti alla vigilia del gran finale negli Usa, sul circuito di Watkins Glen (nello Stato di New York). Il campionato fu poi vinto dal brasiliano Fittipaldi su McLaren M23.

La versione di Hamilton

«È stata una gara incredibilmente dura, senza dubbio. Ho cercato di usare la testa e l’esperienza guadagnata in questi anni, cercando di mantenere la macchina in pista e restando pulito. È stata difficile ma abbiamo continuato a spingere come team e ci abbiamo creduto, nonostante tutte le cose che sono successe. Riuscire anche oggi a guadagnare terreno è dovuto al duro lavoro di tutti, e sono grato della macchina che mi hanno messo a disposizione». Così Lewis Hamilton dopo il successo nel Gp dell’Arabia Saudita dopo un duello al limite con Max Verstappen. «L’incidente? Non ho capito perché a un certo punto abbia frenato in modo così pesante all’improvviso e io gli sono finito addosso -aggiunge l’inglese della Mercedes-. Dopo ho ricevuto la comunicazione che diceva che mi avrebbe lasciato passare: magari il motivo era quello ma io non avevo capito. Noi abbiamo un gran bel passo, ma loro sono davvero molto veloci ed è difficile superarli. Abbiamo fatto un lavoro fantastico con il materiale che abbiamo e Valtteri ha fatto una grande gara, portando tanti punti al team. Questa gara è per tutti i ragazzi e le ragazze della fabbrica. L’atmosfera qui è stata davvero eccezionale, mi sono sentito molto ben accolto qui, la gente è stata adorabile con me. La pista di Gedda è fenomenale, è molto difficile a livello fisico e mentale ma è quello che vogliamo alla fine».

La versione di Verstappen

«La gara è stata abbastanza movimentata. Sono successe tante cose con le quali non sono totalmente d’accordo, ma è andata come andata. Quantomeno ho provato a dare tutto in pista, non ero sicuro che le gomme potessero durare fino alla fine. Sono durate all’inizio ma verso la fine dello stint non altrettanto. Ho cercato di lottare fino alla fine ma sono arrivato secondo». Così Max Verstappen dopo il secondo posto nel Gp dell’Arabia Saudita alle spalle di Lewis Hamilton con il quale si giocherà il titolo iridato ad Abu Dhabi. «L’incidente con Hamilton? Io ho rallentato, volevo lasciarlo passare, ero sulla destra. Lui non voleva superarmi lì e ci siamo toccati. Non ho proprio capito cosa sia successo lì. Il Mondiale sarà deciso ad Abu Dhabi, speriamo di fare un buon weekend e vediamo», conclude l’olandese della Red Bull.

5 Dicembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo