3:56 pm, 25 Novembre 21 calendario

**Caso Grillo: domani la gup deciderà sul rinvio a giudizio** (2)

Di: Redazione Metronews
condividi

(Adnkronos) – Agli atti, da alcune settimane anche una consulenza medico legale da cui emerge il sospetto che la studentessa italo-norvegese fosse stata costretta ad assumere Ghb, la cosiddetta droga dello stupro, un’ipotesi avanzata dal consulente, il professor Enrico Marinelli dell’Università La Sapienza, specialista in medicina legale, richiesta e depositata dall’avvocata Bongiorno. “In linea puramente teorica scrive Marinelli nella relazione di una ventina di pagine – non è possibile escludere” che la presunta vittima abbia assunto “cosiddette droghe da stupro, prima o in associazione con l’alcol”. Il professore le definisce “particolarmente insidiose” poiché sono “costituite da liquidi inodori e incolori, facilmente mescolabili alle comuni bevande, anche non alcoliche, senza che la vittima se ne possa accorgere”. Se per Ciro Grillo e i suoi amici il rapporto con la ragazza sarebbe stato “consenziente” il professore scrive che “non può aver espresso un valido consenso al rapporto di gruppo”. Perché l’alcol “scemava grandemente la sua capacità decisionale e annullava la sua capacità di autodeterminazione”.

La ragazza, come sembra, avrebbe avuto un vuoto di memoria dopo il risveglio. “Un’amnesia senza la perdita di coscienza e la capacità di compiere azioni complesse come conversare, guidare, avere rapporti sessuali e perfino uccidere”, dice il professore nella relazione.

L’avvocato della presunta vittima, la senatrice leghista Giulia Bongiorno ha ottenuto anche la documentazione audio di quanto avvenne nell’agosto 2017 a Ciro Grillo durante un viaggio, una vacanza studio al Macleans College, scuola di Auckland, in Nuova Zelanda, si vede Ciro in primo piano con alcuni amici. Commento del figlio di Grillo: “Ca…i durissimi in Nuova Zelanda”.

25 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA