Champions League
11:24 pm, 23 Novembre 21 calendario
3 minuti di lettura lettura

L’Atalanta pareggia 3-3, gli ottavi di finale sono in bilico

Di: Redazione Metronews
condividi

CALCIO – L’Atalanta si salva da quella che sarebbe stata un’altra incredibile beffa in rimonta con lo Young Boys. A Berna finisce 3-3 grazie alla punizione di Muriel che risponde all’uno-due terrificante di Sierro e Hafti, che avevano ribaltato il vantaggio ospite di Palomino dopo il botta e risposta tra Zapata e Siebatcheu. Pareggio amaro per la squadra di Gasperini, che resta al terzo posto del Gruppo F e costretta ad un solo risultato nell’ultima sfida con il Villarreal: servirà vincere per passare agli ottavi.

Atalanta, primo tempo sull’1-1

Si mette subito benissimo la gara per i nerazzurri, che dopo una decina di minuti passano in vantaggio grazie a Zapata: il colombiano controlla l’assist di Freuler con il mancino e gira in porta con il destro, trovando una deviazione decisiva di un difensore che mette fuori causa il portiere giallonero. La Dea continua a costruire e più tardi spaventa ancora gli svizzeri con un mancino piazzato di Pasalic, che successivamente recrimina anche per un presunto fallo da rigore non segnalato da arbitro e Var. Proprio sul finire di primo tempo arriva così il pari beffa dello Young Boys, grazie al colpo di testa di Siebatcheu su una situazione di calcio d’angolo. L’Atalanta però esce dagli spogliatoi con grandissimo carattere e al 51′ torna avanti con un gol da bomber di Palomino, che piazza un mancino dal limite su cui Faivre non può davvero nulla.

Un finale al cardiopalma

I padroni di casa non ci stanno e provano a rialzare la testa spaventando Musso in un paio di occasioni, ma al 79′ è la Dea che sfiora il colpo del ko con Pezzella. Come nel primo tempo, però, in un momento a favore degli uomini di Gasperini, lo Young Boys trova dal nulla il pareggio con il neo entrato Sierro, ribaltando incredibilmente il risultato all’84′ con una perla di Hefti, che spara un mancino dalla distanza direttamente sotto l’incrocio dei pali. Sembrano tramortiti i nerazzurri, ma Gasperini ha la carta Muriel da giocarsi e il colombiano, appena entrato in campo, indovina il calcio di punizione che vale il 3-3 mettendo una pezza alla serata dei suoi.

23 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo