Afghanistan
11:21 pm, 21 Novembre 21 calendario

I talebani: “Basta serie tv con donne che recitano”

Di: Redazione Metronews
condividi

In Afghanistan i talebani hanno chiesto alle televisioni di non trasmettere più serie in cui si vedono donne recitare. Si tratta delle nuove “direttive religiose” diffuse domenica dal ministero per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio. «Le tv devono evitare di trasmettere serie nelle quali hanno recitato donne», si legge nel documento.

Talebani e tv

Le televisioni sono anche state invitate a evitare programmi «opposti ai valori islamici e afghani» o che mostrano il profeta Maometto e altre figure sacre. Il dicastero talebano chiede inoltre alle televisioni di far portare il velo islamico alle giornaliste quando vanno in onda, senza però precisare quale tipo di velo. E’ la prima volta che questo ministero interviene sulle televisioni da quando i talebani hanno preso il potere a metà agosto.

Niente ministero per gli Affari Femminili

in precedenza hanno chiuso il ministero per gli Affari Femminili e lo hanno sostituito con un dipartimento famigerato per l’imposizione di rigide regole religiose: è nato infatti il Ministero per la Promozione della Virtù e la Prevenzione del Vizio.    Pur promettendo all’inizio di governare in modo più moderato rispetto al passato, i talebani non hanno ancora consentito alle donne di tornare al lavoro e hanno imposto regole sul loro abbigliamento all’università. Il governo annunciato dagli studenti coranici due settimane fa non ha alcuna presenza femminile né una struttura che rappresenti gli interessi delle donne. E ancora: i talebani hanno anche vietato lo sport alle donne perchè giudicato «non necessario e inappropriato», come ha affermato in un’intervista alla tv australiana Sbs Ahmadullah Wasiq, numero due della commissione cultura nel nuovo governo ad interim dei talebani. «Non penso che alle donne sarà permesso di giocare a cricket perchè non è necessario che lo facciano», ha spiegato. Si potrebbero trovare in una situazione in cui «le loro facce e corpi non siano coperti» e la gente lo vedrebbe grazie a «foto e video». «L’Islam e l’Emirato dell’Afghanistan non permettono alle donne di giocare a cricket o praticare sport in cui vengono esposte».

21 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo