12:17 pm, 20 Novembre 21 calendario

**Scrittori: addio a Rodolfo Di Biasio, poeta e narratore di vicende corali**

Di: Redazione Metronews
condividi

Formia (Latina), 20 nov. -(Adnkronos) – Lo scrittore e poeta Rodolfo Di Biasio, autore di un’opera poetica e narrativa in cui luoghi natali, gli affetti e la memoria assumono un valore planetario, è morto a Formia (Latina), dove ha sempre vissuto e ha insegnato come docente di liceo, all’età di 84 anni. I funerali si sono tenuti questa mattina nella chiesa di Sant’Erasmo a Formia. Tre mesi fa aveva perso la moglie, Giovanna Grimaldi, già assessore alla Cultura del Comune di Formia.

Apprezzato dalla critica, Di Biasio ha raccontato nelle sue opere di poesia e narrativa, attraverso le sue esperienze personali, le vicende corali e storiche della civiltà rurale e meridionale, dello stravolgimento della guerra, dell’emigrazione e del ritorno, che ha saputo rendere universali e senza tempo.

Nato nel 1937 a Ventosa, frazione del comune di Santi Cosma e Damiano (Latina), Di Biasio, laureatosi in Lettere classiche presso l’Università Federico II di Napoli, all’attività di scrittore ha affiancato quella dell’insegnamento. Direttore responsabile dal 1969 al 1982 delle riviste “L’Argine Letterario” e “Rapporti”, ha collaborato con la Rai con sceneggiati di argomento storico-letterario e ha scritto per decenni anche su periodici e giornali.

Ha pubblicato numerosi libri di poesia, “testimonianza sul tempo che ci è toccato in sorte di vivere e sull’ambivalenza con cui lo viviamo”, secondo ll giudizio del critico Giuliano Manacorda: “Niente è mutato” (Rebellato, 1962); “Poesie dalla terra” (De Luca, 1972); “Le sorti tentate” (Lacaita, 1977); “I ritorni” (Stiib, 1986); “Patmos” (Stamperia dell’arancio, 1995); “Altre contingenze” (Caramanica, 1998, antologia delle sue poesie dal 1958 al 1995); “Poemetti elementari” (Il labirinto, 2008); “Mute voci mute” (Ghenomena, 2017). Le opere di narrativa sono: “Il pacco dall’America” (Gremese, 1977); “La strega di Pasqua” (Bastogi, 1982); “I quattro camminanti” (Sansoni, 1991), che narra la vicenda corale di quattro fratelli emigranti in America: storie di ordinaria emigrazione che diventano emblemi di una condizione esistenziale attraverso la destrutturazione del romanzo realistico. Le sue opere sono state tradotte in diverse lingue e nel 2015 ha ricevuto il Premio di poesia Solstizio alla carriera. Del 2021 è la raccolta “Tutte le poesie” (Ghenomena).

20 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA