roma
5:29 pm, 19 Novembre 21 calendario

Rifiuti, Gualtieri: “No bonus anti malattia, è premio produttività”

Di: Redazione Metronews
Ama rifiuti
condividi

Rifiuti, Gualtieri risponde alle critiche: “Non esiste alcun bonus per chi non si dà malato, ma un premio di produttività la cui fruizione è legata all’aumento della produttività, si tratta di un normalissimo premio di produttività”, ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, intervenendo in Assemblea Capitolina per la presentazione delle linee di indirizzo della giunta, parlando dell’accordo tra l’Ama e i sindacati sul piano di pulizia straordinaria che ha scatenato polemiche.

Rifiuti, Gualtieri e San Vittore

“Se gli interventi straordinari di spazzamento delle strade, rimozione delle mini discariche, potature del verde verticale e orizzontale stanno procedendo secondo le previsioni e gli obiettivi, la raccolta ordinaria ha subito uno dei rallentamenti ciclici, a cui siamo abituati ormai da anni. Per effetto dell’esiguità degli sbocchi attuali e dell’insufficienza della dotazione impiantistica. Il guasto del Tmb Saf di Frosinone, che tratta 200 tonnellate al giorno di rifiuti della Capitale, e i problemi di stabilizzazione del rifiuto manifestati da tre diversi Tm privati che hanno ridotto gli sbocchi di ulteriori 230 tonnellate, ha infatti immediatamente costretto Ama a rallentare la raccolta producendo un immediato accumulo nei e intorno ai casonetti”. “Questo perché attualmente – ha aggiunto – ed incredibilmente Roma non dispone di alcun margine con cui fare fronte a incidenti di questo tipo, che purtroppo sono ricorrenti. L’amministrazione si è messa immediatamente al lavoro per individuare sbocchi alternativi che fortunatamente sono stati trovati e che già da lunedì consentiranno una piena ripresa della raccolta ordinaria che contiamo dia i suoi effetti visibili entro pochi giorni”.

“Oltre agli investimenti su Tmb di nuova generazione, biodigestori anaerobici, bioraffinerie, il potenziamento dell’inceneritore di San Vittore non si limiterà al backup delle linee esistenti, ma potrà portare la capacità di incenerimento dagli attuali 330mila a oltre 500mila tonnellate l’anno. Questo significa quasi il raddoppio dello sbocco attualmente esistente per Roma”.  “Tra le azioni che abbiamo intrapreso – aggiunge – c’è l’avvio di un dialogo tra Ama e Acea che fino ad ora non aveva mai avuto luogo. Per effetto di questa iniziativa il termovalorizzatore di San Vittore tratterà una quantità maggiore di rifiuti di Roma”.

Piano per le buche

“La seconda priorità su cui ci siamo messi immediatamente al lavoro è la manutenzione delle strade. In questi giorni è stato avviato un piano di risanamento delle buche utilizzando 2 milioni di euro resi disponibili della giunta con l’ultima variazione di bilancio”. Lo ha detto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri presentando in Assemblea Capitolina le linee di indirizzo per la consiliatura. “Per aumentare gli interventi immediati – ha aggiunto – abbiamo anche approvato la convenzione Comune-Anas per utilizzare entro dicembre 5 milioni di euro”.

“La chiarezza del mandato ricevuto dai romani e dalle romane, non fanno venir meno l’importanza del peso del contributo che ci aspettiamo da consigliere e consiglieri, nei prossimi 5 anni. Se saremo sempre coerenti con l’impianto programmatico che ci aspettiamo sarà approvato oggi, saremo aperti ai contributi del Consiglio, e saremo sempre aperti al confronto con il consiglio, se si tiene conto dei drammatici problemi della nostra città, ma anche della grandezza delle opportunità che ci troviamo di fronte. Saremo sempre aperti alla partecipazione delle romane e dei romani per affrontarli e risolverli”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, presentando all’Assemblea Capitolina le linee programmatiche della sua consiliatura.

Calenda: “Non si fa cenno a incorporazione Ama in Acea”

“Sindaco, in questo documento non vediamo nessun avanzamento rispetto al programma elettorale. Gli obiettivi sono vaghi, slogan, non si precisa né in quanto tempo né con quali risorse verranno raggiunti. Una proliferazione di tavoli, strutture, in una città che avrebbe bisogno invece di snellire l’apparato burocratico”. Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione e consigliere capitolino, nelle repliche in Aula all’intervento di Roberto Gualtieri per la presentazione delle linee di indirizzo del mandato.  “Non si fa cenno all’incorporazione di Ama in Acea, si parla di sinergie, ma che cosa vuol dire. Ama ha il doppio dell’assenteismo delle municipalizzate in Italia ma invece di contrastare il fenomeno gli si da un premio per fargli fare quello che dovrebbero. Lei sindaco è stato imprudente a dire che la pulizia straordinaria si sarebbe risolta entro Natale, noi avevamo pianificato un anno. Anche sui vigili urbani non viene citato nulla, non dice se ci saranno le turnazioni, in che modo verrà incrementata la videosorveglianza. Siamo fermi agli slogan della campagna elettorale. E’ tempo di svuotare la discussione su Roma di retorica – conclude – e di spiegare in modo preciso e articolato come si vogliono fare le cose”.

19 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo