Danza Perugia
2:00 pm, 15 Novembre 21 calendario

Sciarroni porta il suo FOLK-S al Teatro Morlacchi

Di: Redazione Metronews
condividi

DANZA Si intitola FOLK-S will you still love me tomorrow? la nuova invenzione drammaturgica di Alessandro Sciarroni che il 18 novembre, dalle 21, sarà di scena al Teatro Morlacchi di Perugia. Sul palco Marco D’Agostin, Matteo Ramponi, Pablo Esbert Lilenfeld, Elena Giannotti, Francesca Foscarini e Leon Maric presenteranno FOLK-S, una pratica performativa e coreografica sul tempo. Il lavoro nasce da una riflessione sui fenomeni popolari di danza folk antica sopravvissuti alla contemporaneità.

Lo Schuhplattler è un ballo tipico bavarese e tirolese: significa “battitore di scarpe” e consiste letteralmente nel battere le mani sulle proprie gambe e calzature. In FOLK-S, questa danza viene eseguita e concepita come indicazione di una forma preesistente e primitiva di pensiero.

Il ballo come regola, dittatura, flusso di immagini che seguono il ritmo e la forma, non il contenuto. Così il folk e il popolare, astratti dalla matrice sonora originaria, paiono battersi e fondersi con la condizione contemporanea, in continua lotta per la sopravvivenza.

I suoni sono affidati a Pablo Esbert Lilienfeld mentre a curare il disegno luci ci penserà Rocco Giansante.

Chi è Alessandro Sciarroni

Negli ultimi anni la ricerca di Alessandro Sciarroni, uno dei più interessanti e acclamati protagonisti della creazione contemporanea, a cui La Biennale di Venezia ha conferito il Leone d’Oro della Danza, ha assunto una connotazione sempre più radicale che lo ha portato a creare spettacoli di lunga durata che presentano una commistione tra i linguaggi della danza contemporanea e delle performing arts, caratterizzati da rigorosi progetti concettuali e allo stesso tempo connotati da un forte impatto visivo ed emozionale.

Sciarroni è artista associato del CENTQUATRE-PARIS e della Triennale Milano Teatro 2022-2024. I suoi spettacoli sono prodotti da Marche Teatro in collaborazione con diversi coproduttori nazionali e internazionali, a seconda dei progetti.

Le sue creazioni sono state presentate in tutta Europa, in Nord e Sud America, Medioriente e Asia. Tra le principali manifestazioni ha preso parte alla Biennale de la Danse di Lione, Kunstenfestivaldesarts di Brussels, Impulstanz Festival a Vienna, Festival d’Automne e Festival Séquence Danse del 104 a Parigi, Centrale Fies, Abu Dhabi Art Fair, Juli Dans Festival ad Amsterdam, Crossing the Line di New York, Hong Kong Art Festival, il Festival TBA di Portland, Festival Panorama Rio de Janeiro, la Biennale di Venezia (che gli dedica una monografica nel 2017) e ha presentato il suo lavoro presso il Centre Pompidou di Parigi, The Walker Art Center di Minneapolis, Punta della Dogana-Palazzo Grassi a Venezia e il Museo MAXXI di Roma.

teatrostabile.umbria.it

15 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA