covid
12:41 pm, 12 Novembre 21 calendario

Austria: lockdown per i No Vax è “quasi inevitabile”

Di: Redazione Metronews
condividi

Lockdown per No Vax in Austria quasi inevitabile. Il cancelliere austriaco, Alexander Schallenberg, ha avvertito che la possibilità di confinare i non vaccinati contro il Covid-19 è “probabilmente inevitabile”, considerato il peggioramento della situazione pandemica.    Da lunedì ci saranno restrizioni di movimento a quanti non sono vaccinati nella regione dell’Alta Austria, dove ci sono alti contagi e che è anche lo Stato austriaco che ha la più bassa percentuale di vaccinati. “La situazione è drammatica”, ha giustificato il provvedimento Thomas Stelzer, governatore di quello Stato federale, uno dei nove che compongono l’Austria e che conta 1,5 milioni di abitanti.

Dopo Austria anche Germania in allarme rosso

Continuano a crescere i contagi di coronavirus in Germania: il Robert Koch Institut, il centro epidemiologico nazionale, ha segnalato 48.640 nuove infezioni nelle 24 ore.     Con 11.500 casi in più rispetto a venerdì scorso, il dato rappresenta il quinto aumento giornaliero di seguito dell’incidenza settimanale di contagio, cresciuto a 263,7 infezioni su 100 abitanti nei sette giorni.     Sono invece 191 le vittime nelle 24 ore, che portano il numero complessivo dei decessi in Germania a 97.389.  Stando alle cifre dell’Rki, si registrano notevoli differenze nella curva pandemica dei diversi Laender: in Sassonia l’incidenza è infatti schizzata a 569, in Turingia a 491,3 e in Baviera a 454,9.     Come sottolineato dal Koch Institut, in tutti e tre questi Laender la quota di vaccinazione è decisamente più bassa alla media nazionale.     Intanto diversi ospedali hanno fatto sapere che per affrontare l’aumento d’occupazione delle terapie intensive si è deciso di rinviare le operazioni programmabili di altri pazienti. E’ sempre l’Rki a far notare che proprio in Sassonia e in Turingia il tasso di ospedalizzazione è superiore a quello nazionale, arrivando a 16 ricoveri su 100 mila abitanti nei sette giorni contro i 4,65 della Germania nel suo complesso.

Nuova variante in Bretagna

Una nuova variante Covid è stata identificata in una scuola in Bretagna, nel dipartimento regionale di Finistere. Lo rivela il sito di informazione francese Telegramme: si tratterebbe di 24 casi in una sucola di Bannalec, dei quali 18bambini e 6 adulti.    Secondo quanto riporta il media la variante si sarebbe talmente allontanata da quelle già in circolazione che sarebbe stato difficile identificarla. “Questo ritardo è stato un errore” hanno detto fonti sanitarie a Telegramme.

12 Novembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo