Serie A
8:21 pm, 6 Novembre 21 calendario
4 minuti di lettura lettura

La Juve risorge al 91°, la Fiorentina va ko

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO – La Juventus torna a vincere dopo due sconfitte consecutive. La gara contro la Fiorentina (rimasta in 10 per l’espulsione a Milenković) valida per la 12° giornata di campionato finisce 1-0. Decide Cuadrado al 91°.

Juventus-Fiorentina 1-0

Ci voleva Cuadrado per far risorgere i bianconeri. Dopo la scorpacciata di mercoledì contro lo Zenit, la Juve torna a vincere anche in campionato.

L’inizio è subito in salita per la viola. Al 10° Odriozola fa rimbalzare il pallone, Morata lo recupera, salta Terracciano ma si allarga troppo sull’esterno. Lo spagnolo rientra e appoggia per Dybala, il cui mancino di prima intenzione finisce alto. Unica occasione per la Fiorentina al 33°: Odriozola passa tra due giocatori bianconeri, prende il fondo e mette palla dietro. Sul pallone arriva Saponara che prova a calciare di controbalzo, ma la sua conclusione termina alta. Il primo tempo si chiude con un check del Var per un possibile tocco di mano di Danilo al 48°.

Decide Cuadrado

La ripresa inizia con la Juve a trazione anteriore. Al 50° Morata va via a Milenkovic con un sombrero e calcia al volo con il sinistro. Il suo tiro finisce a centimetri dal palo. Ma la svolta arriva al 73°. La Fiorentina resta in 10. Milenković interviene in netto ritardo su Chiesa e guadagna anzitempo la via per gli spogliatoi.

La squadra di Allegri spinge e, al 76° Chiesa chiede e ottiene l’uno due da Locatelli, vince il corpo a corpo con Biraghi e calcia di controbalzo. La sua conclusione si stampa sulla traversa con Terracciano che sarebbe stato battuto. Al minuto 81 Cuadrado si libera sulla destra, crossa e trova Morata in area. Lo spagnolo segna, ma l’assistente segnala immediatamente il fuorigioco. Morata e Chiesa collezionano occasioni ma la palla non entra e Terracciano è insuperabile. Al 91° lo Stadium può finalmente esplodere. Cuadrado riceve un pallone sull’esterno, entra in area, salta Biraghi e batte Terracciano sul primo palo, aiutato anche dalla deviazione del capitano della Fiorentina. FInisce 1-0, se i viola non fossero rimasti in inferiorità numerica forse il risultato sarebbe stato diverso. Ma tant’è. Allegri tira un sospiro di sollievo e la Juve sale all’ottavo posto agganciando proprio la Fiorentina a 18 punti. Pochi, ma di questi tempi sono una manna dal cielo.

Cagliari-Atalanta 1-2

In serata ennesimo crollo dei sardi, in casa contro l’Atalanta (ora quarta in solitaria, aspettando la gara della Roma a Venezia, domani alle 12:30). Gasperini, grazie a questo successo, taglia il traguardo delle 200 gare vinte nella massima serie. Per Mazzarri, invece, è il sesto ko (quarto consecutivo). Partita decisa tutta nei primi 45 minuti. Dea avanti con Pašalić al 6° poi dopo il pari firmato João Pedro (27°) la zampata di… Zapata al 43°.

Nella ripresa solo cuore per i rossoblù mentre gli ospiti si sono visti assegnare, in prima istanza, un rigore per fallo di Carboni su Pašalić. Il Var ha annullato tutto.

Domani c’è il derby

L’antipasto succulento di mezzogiorno vedrà, come detto, la Roma di Mourinho sbarcare a Venezia. La notizia è l’esclusione di Zaniolo. Il tecnico portoghese, che ha lasciato anzitempo la conferenza stampa per un diverbio con un giornalista, si affiderà al 3-4-1-2 con Abraham e Shomurodov di punta.

Alle 15 Sampdoria-Bologna e Udinese-Sassuolo mentre, alle 18, in campo scenderà la capolista Napoli in casa contro il Verona e la Lazio, all’Olimpico, contro la Salernitana.

Il piatto forte della domenica calcistica arriverà soltanto nel posticipo delle 20:30. Al Meazza il derby di Milano, con i rossoneri padroni di casa, deciderà parecchio nelle prime posizioni.

 

6 Novembre 2021 ( modificato il 7 Novembre 2021 | 7:32 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo