Serie A
11:39 pm, 27 Ottobre 21 calendario
3 minuti di lettura lettura

La Juventus crolla col Sassuolo, addio corsa scudetto

Di: Redazione Metronews
condividi

CALCIO – Dopo aver arraffato un punticino contro l’Inter, la Juventus crolla sul più bello: ospita il Sassuolo e si fa espugnare lo Stadium a pochi secondi dalla fine. Addio speranze di corsa scudetto: -13 dal Milan. Unica consolazione, il rinnovo al 2026 di Dybala: ufficializzato a giorni. Alla fine Allegri deve fare un’analisi amarissima della situazione della squadra.

La Juventus va sotto dopo il palo di Dybala

Difficile primo tempo. La Juve inizia perdendo De Sciglio al 13’ per una botta. Poi cerca di spingere. Un predominio esercitato su gran parte della prima frazione. Senza grandi occasioni, ma comunque con un clamoroso palo di Dybala al 37’, un sinistro su cui Consigli nulla avrebbe potuto. Al 44’, la doccia fredda all’Allianz: Defrel si invola sulla destra e serve Frattesi che gela Perin. Emiliani sull’1-0. Nella ripresa Allegri toglie Rabiot per Cuadrado, ma è Raspadori all’11’ a sfiorare il palo con una staffilata. Sul ribaltamento, Cuadrado sfiora il pari: Ayhan salva sulla linea. Subito dopo ci riprova Dybala, Consigli respinge ma Chiesa da buona posizione spreca. Assedio. Al posto di uno spento Morata entra Kaio Jorge: bella rovesciata di poco a lato. Alla mezz’ora l’1-1: McKennie, con possente stacco su punizione di Dybala, di testa insacca. Ma nel finale, la sorpresa incredibile: a pochi secondi dalla fine dei 5’ di recupero, Maxime Lopez, lasciato solissimo, con un bruciante contropiede concluso da un mezzo “scavetto” brucia le speranze della Signora. Cosa resta della Juve? Un mucchio di cenere, e la magra consolazione che il contratto di Dybala sarà ufficialmente rinnovato fino al 2026 fra pochi giorni, forse ai primi di novembre.

Allegri: «Serviva più lucidità»

«Abbiamo perso ordine, nell’ultimo quarto d’ora e nel recupero. Non bisognava prendere il 2-1, serviva più lucidità. Ci sono partite che se non vinci non puoi perdere: avremmo allungato la striscia positiva, non avremmo perso due volte in casa». Sono le parole ai microfoni di Dazn di Massimiliano Allegri dopo il ko allo Stadium contro il Sassuolo. E ancora: «Dobbiamo essere realisti, bisogna giocare in un altro modo ed essere più attenti, soprattutto se incontri squadre come il Sassuolo. Dobbiamo lavorare sugli errori che facciamo, all’ultimo minuto non possiamo andare tutti avanti e lasciare il contropiede. Il punto ora non serviva a niente, ma a fine campionato può essere importante».

27 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo