Stragi del sabato sera
4:43 pm, 24 Ottobre 21 calendario

Strage di giovani sulle strade del sabato notte

Di: Redazione Metronews
condividi

Un sabato notte di sangue sulle strade. Terribile l’incidente che ha ucciso un ragazzo di 25 anni, travolto dopo essere stato soccorso in un precedente incidente. Erano da poco passate le 5 del mattino quando l’auto sulla quale si trovava Riccardo Sessa, novarese, con a bordo altri due amici, due ragazzi di 25 e 23 anni, si è scontrata con un furgone guidato da un 23enne.   I due amici del 25enne lo hanno aiutato a uscire dall’abitacolo e lo hanno adagiato sulla sede stradale. Poco dopo però è giunta un’altra vettura, guidata da un 26enne, che non ha visto il ferito e lo ha falciato. Il giovane è deceduto mentre gli altri due suoi amici sono stati portati in ospedale in condizioni non gravi. Anche il conducente dell’auto investitrice è stato trasportato in ospedale in stato di choc.

Due morti nella notte nel cuneese

Sono Enrico Olivero, 22 anni, e Paolo Salvatico, di 23, le vittime dell’incidente stradale avvenuto nella serata di ieri a Brossasco, nel Cuneese.  Viaggiavano su una Mercedes di colore bianco che è finita fuori strada, schiantandosi dopo un volo di trenta metri nel greto del torrente Variata (il recupero dell’auto nella foto).   Le due vittime viaggiavano con altri tre giovani, due ragazzi e una ragazza. Gravi i primi due, ricoverati all’ospedale di Cuneo, la terza è stata trasportata in codice giallo all’ospedale di Savigliano. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118 e i vigili del fuoco, che hanno rimosso i resti dell’auto con una gru.

Investito da auto pirata fuori dalla discoteca

A Colico, in provincia di Lecco, un uomo di 57 anni è stato investito e ucciso nella notte, dopo le quattro, da un’auto pirata. L’incidente è avvenuto vicino alla discoteca Continental da cui era da poco uscito. Il cinquantasettenne abitava a Cosio Valtellino (Sondrio). Ora sono in corso indagini, anche con il vaglio delle immagini delle telecamere presenti nella zona, per risalire all’identità del conducente dell’auto.

24 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA