Serie A
10:37 pm, 23 Ottobre 21 calendario
4 minuti di lettura lettura

Alla fine vince il Milan. Ma che fatica a Bologna!

Di: Redazione Metronews
condividi

BOLOGNA – Sulle montagne russe, in 9 contro 11 il Bologna perde la gara solo a sei minuti dal termine. A decidere le reti di Bennacer e Ibrahimović che fanno vincere il Milan per 4.2

Bologna-Milan 2-4

Primo tempo in totale controllo rossonero. Milan che però trema al 13° su una pessima uscita di Tatarusanu. Arnautovic, però, sbaglia tutto mandando il pallone di testa sul fondo.
Al 16° il primo gol: Ibrahimovic in verticale per Rafael Leão, sinistro da posizione defilata deviato da Medel e Skorupski è beffato.
La cose si complicano maledettamente al 20° quando l’arbitro espelle Soumaoro per un fallo da ultimo uomo su Krunic.
In superiorità numerica il Milan trova il raddoppio: al 35° traversone di Ballo-Toure, Skorupski smanaccia e Calabria scarica un destro violento in fondo al sacco. È il 2-0.
Il primo tempo si conclude con il possesso palla rossonero.
Si va all’intervallo con la sensazione che nulla potrà cambiare.
Invece accade l’imponderabile.
Al 49° su angolo di Dominguez, Ibrahimović anticipa tutti e di testa insacca nella propria porta. Neanche il tempo di depositare il pallone sul cerchio di centrocampo che i felsinei trovano il pari. Gran filtrante di Soriano per Barrow che scatta sul filo del fuorigioco e fredda Tatarusanu. È il 52°. Tutto da rifare per il Milan che, di lì a poco, si trova addirittura in 11 contro 9.
Al 58°, infatti, viene espulso Soriano per un brutto fallo su Ballo-Toure, rivisto al Var. Il Bologna ha due occasioni d’oro per scrivere la storia ma, alla fine, il Milan ha più forza e realizza il 3-2 all’84°. Bakayoko se ne va sulla sinistra, cross allontanato da Svanberg, Bennacer s’inventa un tiro al volo che finisce nell’angolo basso. Sulle ali dell’entusiasmo tocca a Ibrahimović chiudere i conti. Lo svedese si fa perdonare l’autorete realizzando il 4-2 al 90°. Ripartenza di Bennacer e Ibra piazza un destro preciso dal limite, imparabile per Skorupski.
Il Milan è nuovamente primo e domani, alle 18, tiferà Roma dell’ex nemico Mourinho impegnata in casa contro il Napoli. Per non lasciare nuovamente la vetta.

Le altre gare

Nel primo anticipo del sabato della nona giornata l’Empoli espugna il campo della Salernitana con un netto 4-2. Al 45° gli ospiti erano addirittura in vantaggio per 4-0. Le reti sono state messe a segno da Pinamonti al 2° e al 45° su rigore (prima doppietta in Serie A per lui) e da Cutrone all’11. In più l’autorete di Stranberg al 13°. Per i campani solo un gol annullato a Simy.
Nella ripresa almeno l’orgoglio per i padroni di casa in gol con Ranieri al 48°. A chiudere l’inutile autogol di Ismajli al 55°. La Salernitana resta ultima con 4 punti. L’Empoli sale a 12.
Alle 18 il Sassuolo vince 3-1 sul Venezia. Gli emiliani ribaltano il vantaggio di Okereke (32°) grazie alle reti di Berardi (37°), Frattesi (50°) e l’autogol di Henry al 66°. Arancioneroverdi sfortunati negli episodi, calano alla distanza, Forte segna una doppietta – annullati entrambi i gol per fuorigioco – Lopez nel recupero salva sulla linea un gol già fatto di Ceccaroni.
Nel turno infrasettimanale, la squadra di Dionisi farà visita alla Juventus mentre i ragazzi di Zanetti sono attesi dalla sfida contro la Salernitana.
METRO
23 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo