Torino
6:51 pm, 14 Ottobre 21 calendario
2 minuti di lettura lettura

Trasporto pubblico a rischio caos con il Green Pass

Di: Redazione Metronews
Trasporto
condividi

Il trasporto pubblico in Piemonte è a rischio caos con l’introduzione del Green Pass obbligatorio in vigore da domani. I problemi potrebbero sorgere se la percentuale di autisti e dipendenti delle aziende di trasporto pubblico fosse troppo alta.

Traporto pubblico a rischio caos con il Green Pass, l’analisi della Regione: possibili disagi in Gtt

L’assessorato regionale ai Trasporti ha chiesto alle aziende di fornire dati su quanti dipendenti sono attualmente sprovvisti di Green Pass. L’assessore piemontese Marco Gabusi ha appreso da Gruppo Torinese Trasporti (Gtt), che allo stato attuale le assenze previste per domani oscillano tra il 10 e il 15%. Gtt gestisce la metropolitana e circa 200 linee. I mezzi in circolazione sono circa 1.200, e sono 1.800 i conducenti che lavorano ogni giorno a Torino e nell’area metropolitana. Tradotto in numeri, significa che domani potrebbero non entrare in servizio tra 180 e  270 addetti, tra autisti e macchinisti. L’assessorato ha fatto sapere che le criticità «saranno gestite dando priorità alle corse più frequentate a partire da quelle in orario scolastico e di ingresso e uscita dei lavoratori».

Convogli regionali: le misure di Trenitalia

Trenitalia ha fatto sapere di aver predisposto un piano di intervento da attivare in caso di necessità, ricorrendo, ad esempio, a servizi sostitutivi pronti ad intervenire a supporto del servizio ferroviario. Sono 27 in tutto i treni che subiranno una sospensione. La lista è visibile qui di seguito:

Regione: tamponi rapidi anche negli spazi pubblici

Per supportare le farmacie e i laboratori privati che in questi giorni registrano un considerevole afflusso di prenotazioni e richieste di effettuazione di tamponi rapidi da parte dei cittadini, in vista dell’entrata in vigore dell’obbligo del Green Pass, la Regione, ha deciso di consentire l’esecuzione dei tamponi rapidi anche negli hotspot pubblici sul territorio. Sabato e domenica i cittadini potranno effettuare i test rapidi nelle strutture pubbliche messe a disposizione dalle Asl. Il pagamento della prestazione sarà effettuato attraverso il canale digitale PagoPa.

Il Presidente della Regione Piemonte e l’Assessore alla Sanità sottolineano che la campagna vaccinale continua a rappresentare la priorità e su questo non si indietreggia di un passo. Ma, alla luce del rischio di attese sulla richiesta di tamponi per l’entrata in vigore dell’obbligo del Green Pass lavorativo. L’elenco degli hotspot e gli orari di accesso saranno disponibili da domani sul sito della Regione Piemonte.

14 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo