Musica
12:15 am, 8 Ottobre 21 calendario

“Mammamia”, il rock dei Maneskin diventa ironico

Di: Patrizia Pertuso
condividi

MUSICA Non si sono fermati un attimo. Dopo la vittoria al Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest, i Måneskin sono inarrestabili. Tra un live e l’altro in giro per l’Europa, lanciano ora il nuovo singolo MAMMAMIA, aspettando di inaugurare il tour italiano le cui date sono già tutte sold out.

Il singolo, disponibile dalla mezzanotte (giorno del compleanno di Ethan), è registrato in presa diretta per mantenere un suono ruvido: rock e non solo. Perché nel brano si affacciano anche vibrazioni dance e da club, a partire da un potente riff di basso e da una batteria incalzante.

I Måneskin presentano il nuovo singolo

Il testo scanzonato parla della percezione che le persone possono avere del comportamento altrui, le cui intenzioni e pensieri sono invece completamente differenti. Così la band mostra, per la prima volta, il proprio lato autoironico.

A presentare questo nuovo singolo ci hanno pensato gli stessi Måneskin in diretta dal Club di Berlino SO36, uno dei più importanti della capitale tedesca soprattutto per quanto riguarda l’universo punk rock.

Victoria, Damiano, Thomas e Ethan sono partiti alla grande.

«Questa sera alle 21 (ieri, ndr) per i fan faremo un live da Berlino – attacca Thomas – dove si sono esibiti grandi nomi della musica rock: da David Bowie a Iggy Pop e moltissimi altri. Abbiamo deciso di offrire loro questo nuovo singolo durante il live».

E gli altri?
«Oltre ai fan qui a Berlino – spiega Damiano -, molti altri assisteranno da Londra, Helsinki, Milano, Roma, Parigi, Istanbul, Zurigo, Oslo, Tallin, Riga, New York, Mosca, Amsterdam, Varsavia e Vilnius dove ci saranno dei club collegati in diretta».

Soddisfatti tutti, veniamo alla canzone.

«“MAMMAMIA”  – continua Damiano – è stata scritta dopo l’Eurovision Song Contest, quando abbiamo avuto diversi giorni per andare in studio. Diversamente da altre volte, questo brano è nato dopo poche ore di lavorazione e sapevamo che avrebbe funzionato. A volte ci vogliono mesi per scrivere una canzone, ma in questo caso eravamo ispirati».

Victoria conferma: «Abbiamo cercato di divertirci e di non prenderci troppo sul serio, è una canzone ironica, non abbiamo mai scritto qualcosa del genere. Ci siamo voluti divertire e siamo felici del risultato. L’abbiamo scritta in un momento in cui stavamo sperimentando cose nuove e siamo felici che sia venuta fuori in maniera così naturale».

Quelle foto osé sui social

“Naturale”, dicono. Come era “naturale” per loro farsi fotografare senza veli e postare quelle foto sui social della band romana che hanno fatto storcere la bocca a qualcuno. La risposta a questa e anche ad altre critiche mosse ai Måneskin, è nel testo del nuovo singolo: in quel “I swear that I’m not drunk and I’m not taking drugs ,They ask me why I’m so hot. Cause I’m Italian” che è il lato ironico del brano. E che sottolinea quanto l’attenzione mediatica possa creare, inventare, ingigantire o ridurre e annullare eventi.

«Dopo l’Eurovision Song Contest  – dice Damiano – abbiamo ottenuto molta attenzione mediatica. Abbiamo ricevuto alcune critiche che volevamo tradurre in una canzone. Molte volte senti che stai facendo qualcosa di bello, ma la gente non capisce e giudica solo con brutti commenti. Nel ritornello c’è anche una parte riferita alla sfera sessuale: si possono avere gusti o preferenze che la gente spesso pensa siano strani, ma in realtà si vivono in maniera molto innocente. Da qui la differenza di intenzioni tra quello che vuoi fare tu e quello che percepiscono gli altri».

I Måneskin e la comunità LGBTQ

Forse anche per questo la band riscuote un grandissimo successo nella comunità LGBTQ.

«Quando ci esponiamo su qualcosa – prosegue Damiano – è perché pensiamo di avere una conoscenza di ciò che diciamo. Molti dei nostri fan ci dicono che li abbiamo aiutati a fare coming out con la propria famiglia, gli amici, a vestirsi come volevamo per esprimere il loro essere. Questa è la cosa più bella che può capitarci, più importante di qualsiasi riconoscimento. È una cosa che ci rende molto orgogliosi di ciò che facciamo ed è bello sapere che stiamo facendo un buon lavoro».

Il look gender neutral della band

A proposito di outfit, l’altro aspetto che ha fatto centro è il “gender neutral” della band.

«Sin da quando eravamo teenager – spiega Victoria – abbiamo scelto come vestirci,  ma non tutti hanno questa fortuna. Purtroppo esistono ancora troppi pregiudizi che impediscono alla gente di essere se stessa. Molte persone guardano a noi come qualcuno che può lanciare un messaggio positivo, ma quello che facciamo è semplicemente dire a tutti che è giusto essere come si vuole essere. Diamo voce alle persone più timide che non riescono a esprimere il disagio di non sentirsi bene con se stessi. Parlare di autostima può aiutare molto. Abbiamo molti fan che ci dicono quanto sia importante».

E riguardo ai fraintendimenti aggiunge: «Si tratta di fare quello che più ci rappresenta e più ci soddisfa. è impossibile piacere a tutti, quindi ci focalizziamo su ciò che piace a noi, se la gente lo capisce ne siamo felici».

Poi, sul discorso outfit, si affaccia il versante divertente che vede Damiano contro Thomas: «Ogni tanto litighiamo per i pantaloni…».

Il singolo MAMMAMIA

Tornando al brano MAMMAMIA, tocca a Ethan dare il “la” al versante ironico del nuovo singolo: «Vogliamo che la gente quando ascolta la canzone esclami “Mamma mia!”».

https://music.youtube.com/watch?v=mWtCPGmc6EQ&list=OLAK5uy_lwG-Mq0haPvVOxIC7pI34Qap3o1KFv0So

E, per evitare fraintendimenti – almeno stavolta – Damiano spiega: «Di questa espressione che è il titolo del singolo noi abbiamo usato entrambi i significati, sia quello positivo che negativo: di base è un’esclamazione di sorpresa, come reazione a quello che qualcuno fa. Abbiamo anche voluto prendere un po’ in giro lo stereotipo italiano, con tanto di gesto che viene praticamente automatico fare! In realtà noi ci sentiamo molto distanti da questo stereotipo. Molte persone ci giudicano per come ci vedono atteggiarci dentro e fuori dal palco, pensano che siamo dei bad guys. In realtà quello che ci rende fighi è proprio il fatto che siamo italiani. Quello che si vede è quello che è. Quando siamo fuori dal palco non siamo delle star, siamo delle normali persone. Cerchiamo sempre di separare il nostro lavoro dal resto della nostra vita. Usciamo con i nostri amici e facciamo la vita che fanno tutti».

Victoria, dal canto suo, sottolinea: «Noi non abbiamo segreti, siamo noi stessi, facciamo ciò in cui crediamo. Non pensiamo di essere le persone migliori del mondo, ma assolutamente stiamo con i piedi per terra. Usciamo sempre con gli stessi amici, passiamo il tempo con le nostre famiglie, questo è quello che siamo. Ci diamo una mano a vicenda per restare coi piedi per terra e gestire la pressione di un lavoro come il nostro. La nostra amicizia, ma anche il nostro team, ci permettono di rimanere ancorati alla realtà senza farci perdere la testa e rischiare di fare qualcosa di sbagliato o di stupido».

Dal successo all’ambiente

Sul successo che può dare alla testa interviene a gamba tesa Damiano: «Secondo me dipende anche dalla propria personalità. Se sei una “testa di cazzo”, perdona la parolaccia, rimani tale anche se diventi famoso. Se sei una persona educata, lo sarai anche da rock star».

Amen. Si passa all’ambiente.

I Måneskin hanno partecipato all’evento mondiale del Global Citizen Live insieme a Ed Sheeran. E’ ancora Damiano a raccontare quella esperienza:  «Suonare al Global Citizen è stato bellissimo, portava con sé messaggi importanti come la salvezza del pianeta e i diritti umani. Essere parte di una cosa così forte è stato un onore. Così come lo è stato condividere il palco con artisti importantissimi. Ed Sheeran poi è simpaticissimo».

Insomma, da via del Corso a Roma fino ai palchi delle maggiori città europee, passando per la vittoria – la prima italiana di una lunga e splendida serie – all’Eurovision Song Contest, Victoria, Damiano, Thomas e Ethan sono ormai una certezza musicale, di cui – francamente – se ne sentiva il bisogno. Ecco perché uno stuolo di fan impazzisce per questa band che offre la sua interpretazione particolare al successo riscosso. Se per Damiano il motivo è che «Siamo bravi e siamo belli», per Victoria è perché «Siamo umili». Tutti sono d’accordo su una cosa: «Siamo italiani!». Tanto nell’accezione positiva quanto in quella negativa, proprio come il titolo del nuovo singolo dei Måneskin.

I concerti live in Europa e in Italia

I quattro faranno ritorno alla dimensione live questo inverno e il prossimo anno, sui palchi delle più importanti città europee durante il LOUD KIDS ON TOUR (andato sold out in meno di due ore dall’apertura delle prevendite), previsto per i mesi di febbraio e marzo 2022.  Torneranno in Italia, dove si esibiranno per la prima volta nei principali palazzetti in tredici date, anch’esse tutte già sold out, a cui si aggiungerà il concerto evento di sabato 9 luglio 2022 nel simbolo di Roma per eccellenza: il Circo Massimo, un evento realizzato in collaborazione con Rock In Roma (www.rockinroma.com)

Di seguito tutte le date dei live:

“LOUD KIDS ON TOUR” 2022

6 febbraio || London, UK @ O2 Academy Brixton – SOLD OUT

10 febbraio || Bruxelles, Belgium @ Forest National– SOLD OUT

12 febbraio || Esch-sur-Alzette, Luxembourg @ Rockhal– SOLD OUT

15 febbraio || Warsaw, Poland @ Torwar Hall – SOLD OUT

18 febbraio || Wien, Austria @ Stadthalle– SOLD OUT

21 febbraio || Paris, France @ Le Zenith– SOLD OUT

24 febbraio || Zurich, Switzerland @ Halle 622– SOLD OUT

26 febbraio || Berlin, Germany @ Verti Music Hall– SOLD OUT

28 febbraio || Prague, Czech Republic @ Mala Sportovni Hala – SOLD OUT

1 marzo || Budapest, Hungary @ Barba Negra – SOLD OUT

3 marzo || Amsterdam, The Netherlands @ AFAS Live– SOLD OUT

7 marzo || Kiev, Ukraine @ Stereo Plaza– SOLD OUT

9 marzo || Moscow, Russia @ Stadium Live– SOLD OUT

11 marzo || St. Petersburg, Russia @ Tinkoff Arena– SOLD OUT

13 marzo  || Tallinn, Estonia @ Saku Suurhall– SOLD OUT

14 marzo || Riga, Latvia @ Arena Riga– SOLD OUT

MÅNESKIN LIVE IN ITALIA

Martedì 14 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport – SOLD OUT

Mercoledì 15 dicembre 2021 || Roma @ Palazzo dello Sport – SOLD OUT

Sabato 18 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum – SOLD OUT

Domenica 19 dicembre 2021 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum – SOLD OUT

Domenica 20 marzo 2022 || Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena – SOLD OUT

Martedì 22 marzo 2022 || Assago (MI) @ Mediolanum Forum – SOLD OUT

Sabato 26 marzo 2022 || Napoli @ PalaPartenope – SOLD OUT

Domenica 27 marzo 2022 || Napoli @ PalaPartenope – SOLD OUT

Giovedì 31 marzo 2022 || Firenze @ Nelson Mandela Forum – SOLD OUT

Venerdì 1 aprile 2022 || Firenze @ Nelson Mandela Forum – SOLD OUT

Domenica 3 aprile 2022 || Torino @ Pala Alpitour – SOLD OUT

Venerdì 8 aprile 2022 || Bari @ PalaFlorio – SOLD OUT

Sabato 23 aprile 2022 || Verona @ Arena di Verona – SOLD OUT

Sabato 9 luglio 2022 || Roma @ Circo Massimo

I Måneskin sui social

IG @maneskinofficial

FB @maneskinofficial

Twitter @thisismaneskin

 

PATRIZIA PERTUSO

8 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo