artico
4:08 pm, 7 Ottobre 21 calendario

Artico, preoccupano gli interessi di Cina e Russia

Di: Redazione Metronews
condividi

Le crescenti mire della Cina sull’Artico, e il “progressivo rafforzamento militare” della Russia nella regione preoccupano il Parlamento Europeo. In una risoluzione adottata ieri a Strasburgo, i deputati ricordano che l’Ue è impegnata nello sviluppo sostenibile e pacifico dell’area e chiedono che gli Stati artici e la comunità internazionale tutelino la zona artica come area di pace, di bassa tensione e di cooperazione positiva.

Artico e stabilità

Nel testo, approvato con 506 voti favorevoli, 36 contrari e 140 astensioni, si sottolinea che l’attuale modello di governance artica, basato sul diritto internazionale, ha giovato a tutti gli Stati artici e ha prodotto stabilità. I deputati invitano tutti i Paesi interessati e l’Ue a rispondere alle conseguenze estremamente allarmanti del climate change nell’area artica, nel rispetto degli obiettivi dell’Accordo di Parigi, e a preservare la cultura dei popoli indigeni. Tutte le attività che hanno luogo nell’Artico, incluso l’utilizzo delle risorse naturali, dovrebbero rispettare i diritti dei popoli indigeni e degli altri abitanti. I deputati considerano ingiustificato il progressivo rafforzamento militare russo nell’Artico, in quanto supera sensibilmente i legittimi scopi difensivi. I deputati si dicono anche “molto preoccupati” per gli imponenti progetti cinesi nell’Artico. L’Ue dovrebbe monitorare con attenzione i tentativi della Cina di integrare la rotta del Mare del Nord nella sua iniziativa Nuova via della seta (Belt and Road Initiative), poiché pone a rischio l’obiettivo di proteggere l’Artico dagli interessi geopolitici globali.

7 Ottobre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA