atletica
4:58 pm, 18 Settembre 21 calendario

Tortu fulmine: sui 200 fa 20″11, ora è secondo solo a Mennea

Di: Redazione Metronews
condividi

Grande impresa di Filippo Tortu che a Nairobi ha migliorato di 23 centesimi il suo record personale sui 200 metri con il tempo di 20″11 (vento +2.0) e ora è secondo solo a Pietro Mennea come italiano più veloce di sempre sul mezzo giro di pista. Nella tappa Gold del Continental Tour, il campione olimpico della staffetta ha chiuso al terzo posto dietro allo statunitense Fred Kerley (19″76) e a Isaac Makwala del Botswana (20″06).    Il corridore brianzolo, di origine sarda, delle Fiamme Gialle dopo quattro anni si è migliorato sui 200 e ora insegue il record europeo di Mennea (19″72 del 12 settembre 1979 alle Universiadi di Città del Messico).

Tortu dietro solo a Mennea

“È un personale che mancava da troppo tempo, dal 2018 per l’esattezza, con il 19”99 di Madrid, sono davvero soddisfatto di questo risultato ma è stata la stagione più complicata di sempre e solo dopo la staffetta ai Giochi sono riuscito a darmi una sferzata a livello mentale”, ha poi detto Tortu. Il 23enne sprinter delle Fiamme Gialle, nella gara della tappa Gold del Continental Tour, ha gareggiato in altura a 1800 metri dello stadio Kasarani di Nairobi che un mese fa è stato teatro delle sfide dei Mondiali juniores. Tortu, che si è migliorato di 23 centesimi rispetto al precedente limite (20”34 l’8 giugno 2017 a Roma), è giunto terzo alle spalle dello statunitense, argento mondiale Fred Kerley (19”76) e al velocista del Botswana, specialista dei 400, Isaac Makwala (20”06).     “Sono davvero soddisfatto di questo risultato che mi qualifica direttamente per i Mondiali di Eugene ma ha anche un sapore dolce-amaro – dice il velocista azzurro campione olimpico della 4×100 a Tokyo ed allenato dal padre Salvino – Alla grande soddisfazione si unisce la consapevolezza che, essendo arrivato alla fine della stagione, avrei potuto fare molto meglio quest’anno. Oggi ho una maggior consapevolezza dei miei mezzi e sono felice di aver concluso in bellezza: ora, però, è il momento di prendermi una strameritata vacanza”.

Record mondiale 2021 sui 100: 9″76

Nei 100 metri poi lo statunitense Trayvon Bromell correndo un fenomenale 9”76 ha siglato la migliore prestazione mondiale dell’anno migliorando il 9”80 dell’italiano Marcell Jacobs corso il 1 agosto scorso nella leggendaria e vittoriosa finale delle Olimpiadi di Tokyo. Sulla pista dello stadio Kasarani della capitale del Kenya il 26enne sprinter della Florida nella gara caratterizzata da un vento a favore di 1,2 metri al secondo (regolare) ha preceduto il keniano Ferdinand Omanyala che ha stampato un altrettanto roboante 9”77. Per Bromell e Omanyala si stratta del sesto e ottavo crono alltime di sempre.

18 Settembre 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo