Coppa Italia
10:26 pm, 16 Agosto 21 calendario
6 minuti di lettura lettura

Bologna crollo shock in casa. Samp e Crotone avanti

Di: Redazione Metronews
condividi

Si è completato oggi il quadro dei sedicesimi di finale di Coppa Italia. Partita ai limiti del clamoroso quella andata in scena al Dall’Ara: Bologna e Ternana regalano spettacolo in Coppa Italia, ma la rimonta rossoblù non si completa e la squadra di Cristiano Lucarelli approda ai sedicesimi di finale. Allo Scida, poi, la lotteria dei calci di rigore sorride al Crotone, che battendo il Brescia prosegue il proprio percorso in Coppa. Convincente la prova della Salernitana, che passa contro una Reggina che non impensierisce mai la squadra di Fabrizio Castori. Scampato pericolo per la Sampdoria, che dopo un inizio complicato completa la rimonta a Marassi rialza la testa e approda ai sedicesimi di finale.

BOLOGNA-TERNANA 4-5

Non basta l’esordio dal primo minuto di Marko Arnautovic per far partire la stagione del Bologna col piede giusto. Inizio da incubo per i rossoblù, che dopo 21minuti si ritrovano già sotto di due gol grazie all’ottima azione individuale di Agazzi (7′) e al colpo di testa di Donnarumma (21′), che pochi minuti prima aveva peraltro sbagliato un rigore. Nel finale del primo tempo succede di tutto: la rete di Dominguez (38′) su assist di Soumaoro accorcia le distanze, ma in nemmeno due minuti la Ternana ristabilisce il doppio vantaggio grazie a Peralta, che a tu per tu con Skorupski non sbaglia.

Nella ripresa in meno di 10 minuti la Ternana trova altre due reti: Falletti prima e Peralta poi sembrano poter mettere in cassaforte la gara per gli ospiti. Ma il Bologna non ci sta e si aggrappa all’esperienza di Arnautovic e Soriano per ridurre le distanze. Al 76′, dopo la terza conclusione dal dischetto della gara, Orsolini riduce ulteriormente le distanze. Rimonta solamente sfiorata, tuttavia, per il Bologna, con la Ternana che nel finale riesce a contenere l’assalto rossoblù e a passare il turno. La squadra di Cristiano Lucarelli affronterà il 15 dicembre il Venezia ai sedicesimi di finale.

Nel frattempo arriva la conferma: Walter Sabatini, nonostante le voci su un presunto addio, resterà al Bologna: “Dopo questa sconfitta non ho più dubbi: rimarrò un altro anno, perché davanti a certe situazioni si combatte e non si scappa. Ci scusiamo per oggi”. E su Tomiyasu al Tottenham: “Per ora è un nostro giocatore, poi vedremo nei prossimi dieci giorni. Siamo stati disponibili ad ascoltare un’offerta che ancora non è arrivata: e per uno come lui deve essere importantissima.

CROTONE-BRESCIA 2-2 (6-4 d.c.r.)

Buono l’avvio della formazione di Filippo Inzaghi, che parte subito forte nel pressing e nell’aggressività nella metà campo avversaria. Ma è il Crotone a siglare la rete che sblocca il risultato: il tiro dai 25 metri di Vulic trova la deviazione decisiva di Aye, con Perilli ingannato dalla traiettoria del pallone che si insacca così in rete (26′).

Immediata, a inizio ripresa, la reazione del Brescia: la sponda di Bajinc per Tom van de Looi (46’) è vincente e libera il centrocampista a una facile conclusione, sulla quale Festa non può nulla. I ragazzi di Filippo Inzaghi completano la parziale rimonta, grazie al contropiede vincente a liberare Bajic in area, che non sbaglia a tu per tu col portiere (67’). Il colpo di testa di Mulattieri sull’ottimo cross di Borello, tuttavia, riapre ancora una volta la gara dell’Ezio Scida (77’). Non bastano i tempi regolamentari e nemmeno i supplementari per decidere la partita. All’ultimo minuto di gioco, peraltro, Pajac lascia in inferiorità numerica il Brescia per un duro intervento in scivolata su Benali. La lotteria dei calci di rigori sorride alla formazione rossoblù: è il Crotone a spuntarla e saranno i calabresi ad affrontare ai sedicesimi di finale l’Udinese il 15 dicembre.

SALERNITANA-REGGINA 2-0

Ritmi alti e grande equilibrio dominano la scena all’Arechi di Salerno. Nel primo tempo è di Coulibaly la conclusione più pericolosa: il tiro del senegalese, su assist di Bonazzoli, finisce di un nulla sopra la traversa. Belec, dall’altra parte, viene più volte chiamato in causa da un Laribi in ottima condizione. Il risultato si sblocca soltanto nel recupero, quando Bonazzoli, su assist di Ruggeri, dopo un controllo spettacolare conclude a rete e porta in vantaggio i neopromossi in Serie A (47′).

Alla Salernitana bastano poi 9 minuti nella ripresa per raddoppiare: ancora una volta Bonazzoli si fa trovare nel posto giusto dal cross di Kechrida e con un preciso tiro a incrociare batte Micai sul palo opposto (55′). I padroni di casa sono quindi bravi nel gestire il doppio vantaggio fino al termine della gara, vedendosi annullare, peraltro, una rete di Capezzi per fuorigioco (77′). La squadra di Castori affronterà quindi il Genoa il ai sedicesimi di finale.

SAMPDORIA-ALESSANDRIA 3-2

Parte forte l’Alessandria nella cornice di Marassi, con gli uomini di Longo che dopo appena 8 minuti passano in vantaggio: l’ottimo recupero palla degli ospiti a metà campo, con Chiarello che dal limite dell’area non sbaglia a incrociare e di rasoterra batte Audero sul palo opposto. Immediata la reazione della Samp dopo un inizio complicato, col gol di Quagliarella annullato per fuorigioco prima e la traversa di Thorsby poi. Al 28′ il pressing dei blucerchiati viene quindi premiato: a riportare l’incontro in parità è il capitano da posizione ravvicinata. Ma l’Alessandria non ci sta: a un minuto dalla fine del primo tempo Corazza realizza dal dischetto e riporta nuovamente gli ospiti in vantaggio (45′).

Nella ripresa la Sampdoria rialza nuovamente la testa e chiude l’incontro: con Gabbiadini prima, che approfitta dell’errore della difesa (47′) e Throsby poi, su assist di Candreva dalla destra (52′), i blucerchiati completano la rimonta. L’espulsione di Benedetti (84′) agevola il compito alla Samp, che può quindi gestire con maggiore agio il resto dell’incontro, sfiorando peraltro di un soffio il 4-2 con Caprari nel finale (89′). La squadra di Roberto D’Aversa, ora, se la vedrà col Torino nel turno successivo.

IL QUADRO COMPLETO DEI SEDICESIMI DI FINALE

L’appuntamento in Coppa Italia è ora rimandato al 15 dicembre, data unica per il turno successivo della competizione. Di seguito gli accoppiamenti per i sedicesimi di finale:

Torino-Sampdoria

Cagliari-Cittadella

Fiorentina-Benevento

Venezia-Ternana

Genoa-Salernitana

Udinese-Crotone

Spezia-Lecce

Verona-Empoli

Sarà la Juventus l’avversario ad attendere agli ottavi la vincente fra Torino e Sampdoria. Il Sassuolo, poi, aspetta il risultato di Cagliari-Cittadella. Fiorentina-Benevento deciderà quindi l’avversario del Napoli al turno successivo, con l’Atalanta a sfidare la vincente di Venezia-Ternana.

Il Milan affronterà quindi la vincente fra Genoa e Salernitana. Udinese-Crotone sarà il match a decidere la sfidante della Lazio, con Roma e Inter ad affrontare rispettivamente le vincenti di Spezia-Lecce e Verona-Empoli.

16 Agosto 2021 ( modificato il 17 Agosto 2021 | 9:07 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo