Barillari
3:55 pm, 30 Luglio 21 calendario

Barillari, No Vax, con una pistola in Regione Lazio contro il vaccino

Di: Redazione Metronews
condividi

Il consigliere regionale del Lazio Davide Barillari, ex M5S, sostenitore dei movimenti No Vax, ieri ha puntato una pistola (da appurare se vera o falsa) contro il suo braccio nel corso di una conferenza stampa all’interno della sede del parlamentino laziale per contestare il vaccino contro il Covid. “Questa è una roulette russa, e sei proprio tu a voler premere il grilletto, se sono fortunato ho solo un poco di febbre, se sono sfortunato ictus celebrale, trombosi e morte. Vaccinarsi con un vaccino sperimentale non è un dovere morale, caro Mattarella, è ignoranza”, ha spiegato Barillari nel corso di una conferenza su Zoom, che oggi ha rilanciato sui suoi social.

“Barillari, gesto grave: si scusi”

“Mostrare una pistola (non si capisce se vera o giocattolo) in un video è molto grave e diseducativo. Abbinarla a una presunta pericolosità dei vaccini è doppiamente folle e sbagliato. Barillari si scusi per il suo video: i vaccini stanno salvando il mondo. Le pistole no”, scrive su Twitter Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio.  Critico nei confronti dell’iniziativa il presidente del Consiglio regionale Marco Vincenzi: “L’iniziativa del consigliere Barillari, che all’interno degli uffici del Consiglio regionale mostra una pistola, della cui natura, vera o falsa, non sappiamo nulla, desta stupore, preoccupazione e sdegno”. Protesta il gruppo Pd alla Pisana: “Le sedi delle istituzioni vanno rispettate e non possono diventare il palcoscenico dei suoi teatrini”. Mentre la capogruppo della Civica Zingaretti, Marta Bonafoni, ha aggiunto: “E’ impensabile che un rappresentante delle cittadine e dei cittadini, negli uffici delle istituzioni, possa lasciarsi andare a simili esternazioni”.

M5S: “Superato limite”

“Per quanto abituati alle uscite sceniche di Barillari con lo scopo di racimolare qualche like, questa volta riteniamo che si sia superato il limite. Mostrarsi in un video, all’interno del Consiglio regionale, con una pistola in pugno è un atto gravissimo che travalica ogni comportamento responsabile e lancia un messaggio oltraggioso, oltre che pericoloso in un momento in cui ci sono tensioni che andrebbero placate e non alimentate con manifestazioni plateali di tale portata. Le sedi istituzionali non possono fare da sfondo a questi spettacoli indecenti ed è fortemente preoccupante che si arrivi ad esprimere il proprio dissenso utilizzando un’arma da fuoco, vera o finta che sia”, scrive il Gruppo del M5S alla Regione Lazio. “La ragionevolezza  non è mai stata il forte di Barillari, ma auspichiamo che dopo tale vergognoso comportamento, vengano presi seri provvedimenti nei confronti di un rappresentante delle Istituzioni che si fa beffa delle stesse e del buon senso, utilizzando un oggetto di morte. E’ una deriva inaccettabile e deleteria, che condanniamo fermamente”.

30 Luglio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA