GOVERNO
12:23 pm, 8 Luglio 21 calendario

La riforma della Giustizia al Consiglio dei ministri

Di: Redazione Metronews
condividi

La riforma del processo penale compare nell’ordine del giorno del Consiglio dei ministri. Il ministro della Giustizia Marta Cartabia porterà sul tavolo della riunione gli emendamenti alla riforma. 
Il nodo resta quello della prescrizione.  Il piano Cartabia, che rappresenta la sintesi della Guardasigilli all’esito dei lavori della Commissione Lattanzi – da lei istituita nei mesi scorsi al ministero proprio per studiare soluzioni relative alla riforma, per poi emendare il ddl Bonafede già al vaglio del Parlamento – prevede che il decorrere della prescrizione si blocchi a partire dalla sentenza di primo grado, come già nella legge Bonafede. Nelle fasi di appello e di Cassazione, però, la proposta Cartabia inserisce il sistema della prescrizione «processuale», anche detta dell’improcedibilità: durata massima di 2 anni per il processo di secondo grado e di 1 anno per quello in Cassazione. Se si sforano questi tempi, che in ogni caso non riguarderebbero quei reati per i quali già oggi non può intervenire la prescrizione, il reato viene dichiarato improcedibile.
Sarebbero previste anche deroghe per i procedimenti più complessi e la possibilità per gli imputati di rinunciare all’improcedibilità, come oggi si può rinunciare alla prescrizione.

8 Luglio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo