Milano
2:35 pm, 29 Giugno 21 calendario

La Scala va in città con 14 appuntamenti

Di: Redazione Metronews
condividi

MILANO L’Orchestra, il Coro e il Corpo di Ballo della Scala se ne vanno a spasso per la città, attraversando 14 luoghi, dal centro alla periferia. Dall’11 al 14 luglio quattro giorni di concerti in collaborazione con la Filarmonica: l’ultimo giorno, appuntamento al Piermarini.
Il Teatro che in queste settimane sta ritrovando il suo pubblico in sala conclude la programmazione prima della pausa estiva lasciando le mura del suo spazio deputato per portare musica e danza in città, vicino ai milanesi. L’iniziativa coinvolge Professori d’Orchestra, artisti del Coro e del Ballo in 14 concerti in altrettanti luoghi della città nel corso di tre giornate da domenica 11 a martedì 13 luglio; mercoledì 14 alcuni degli stessi gruppi daranno vita a una giornata a porte aperte alla Scala con quattro appuntamenti con gli strumentisti alle 15 e alle 19 e con il Balletto alle 21. Tutte le manifestazioni saranno a ingresso gratuito con obbligo di prenotazione per garantire il rispetto delle norme di sicurezza.
La selezione dei luoghi ha puntato sul coinvolgimento più ampio delle diverse aree della città. Due concerti avranno luogo in centro, il 12 luglio con gli Archi alla Pinacoteca di Brera e il 13 con il Coro all’Università Statale, ma il progetto si espande verso nord con i concerti del Coro all’Istituto dei Salesiani Don Bosco, a Villa Simonetta l’11 e alla Certosa di Milano il 12 mentre l’Orchestra con le percussioni sarà allo Spirit de Milan il 12, i concerti degli Archi a Villa Litta Modigliani e a Villa Mirabello il 13 e gli spettacoli del Ballo al Teatro degli Arcimboldi l’11 e al Teatro dei Martinitt (restaurato con il sostegno del Teatro alla Scala, che ha tra l’altro ceduto le vecchie poltrone della platea) il 13.
Procedendo verso sud il Ballo  sarà ai Bagni Misteriosi il 12 ma anche i concerti dell’Orchestra con gli Archi al Mulino di Chiaravalle e gli Ottoni a Casa Jannacci l’11. Poi, con il Trio Jazz toccherà il Cortile di Chiesa Rossa il 13.
I programmi sono pensati per far conoscere a un pubblico nuovo i diversi volti e repertori dei complessi artistici scaligeri e spaziano dal jazz a Vivaldi, Rossini e naturalmente Verdi con un filo rosso: l’omaggio a Astor Piazzolla nel centenario della nascita.
Il Coro si presenta in doppia formazione, Coro femminile e organico completo, con impaginati che vanno da Rachmaninov agli spiritual, da Brahms a Richard Strauss.
Anche il Ballo propone un programma variato che include il contemporaneo con le coreografie di Kratz, Valastro, Lukács e Bigonzetti ma anche classici sulle punte come Sylvia di Legris e Il lago dei cigni di Nureyev.
La Scala in Città è un segnale importante e un’iniziativa necessaria dopo tanti mesi di distanziamento, ma anche un gesto in linea con la storia del Teatro: il Sovrintendente Meyer ha dichiarato spesso di pensare a cosa avrebbe fatto Paolo Grassi nei nostri anni e con i nostri mezzi, e la risposta non può che stare in questa combinazione di presenza fisica dei complessi scaligeri nella città (sono state annunciate anche le recite autunnali del Corpo di Ballo al Teatro degli Arcimboldi) e nuove prospettive di diffusione tecnologica degli spettacoli.
La Scala in città sviluppa ed estende a nuovi repertori e nuovi quartieri l’iniziativa della Filarmonica che l’anno scorso, in corrispondenza della fine del primo lockdown, aveva organizzato una serie di concerti nei cortili di Milano: anche in quel caso i gruppi coinvolti avevano replicato parte dei loro programmi in un concerto finale alla Scala.
Dal 2010 la Scala, insieme al Comune e a Edison, ha dato vita con successo alla manifestazione della Prima Diffusa, un autentico festival con cui numerose realtà culturali milanesi partecipano alla festa per la Prima di Sant’Ambrogio che ha dovuto essere sospesa proprio nel 2020, quando avrebbe compiuto 10 anni, e riprenderà nel 2021 in occasione di Macbeth di Giuseppe Verdi.
L’ingresso è gratuito con registrazione obbligatoria con un massimo di due biglietti nominativi per registrazione.
I biglietti saranno disponibili on-line dal sito www.teatroallascala.org a partire dalle ore 14 di sabato 3 luglio.
METRO

29 Giugno 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo
Articoli correlati
Milano
«Il carcere infantilizza, il teatro in carcere restituisce umanità»
Christian, 48 anni, 26 dei quali passati in diverse carceri italiane, racconta la sua esperienza da detenuto-attore nella compagnia I figli di Estia nella casa di reclusione di Milano Bollate
Milano
Il FringeMI Festival invade la città per quattro giorni
Domani inaugura rassegna diffusa di spettacolo dal vivo, che, fino al 9 giugno,  si svolgerà in 13 quartieri della città di Milano con 75 spazi per oltre 200 eventi
Milano
Michielin e Stokholma al timone dei Diversity Media Awards
Martedì 28 maggio dal Teatro Lirico Giorgio Gaber di Milano e poi su Rai1 riconoscimenti che premiano i personaggi e i contenuti mediali che si sono distinti nel corso dell’anno precedente per una rappresentazione valorizzante ed inclusiva delle persone
Milano
Renato Rizzi: «L’affettività in carcere non può più aspettare»
Domani, alla Casa della Cultura, dopo la sentenza della Corte Costituzionale ci saranno, oltre al consulente psicologo presso il carcere di Bollate, anche Valentina Alberta, Presidente della Camera penale di Milano, Giuseppe Bettoni, Presidente della Fondazione Archè Onlus, Fabio Gianfilippi, Magistrato di sorveglianza a Spoleto, Mario Serio, Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, lo scrittore Giorgio Panizzari e Francesco Maisto, Garante dei detenuti di Milano
Milano
Tutto pronto per il “World Anthropology Day 2024”
Divers3 Diseguali: quel che ci unisce e quel che ci divide è il titolo della sesta edizione del WAD che si snoderà tra Milano e Torino dal 15 al 17 febbraio