Milano
6:30 pm, 2 Giugno 21 calendario

“Trasformiamo la carta in soldi”. E rubano 13 mila euro

Di: Redazione Metronews
condividi

SICUREZZA Quella di trasformare carta straccia in banconote da 50 euro è una delle truffe più vecchie, improbabili e conosciute. Eppure c’è ancora qualcuno che ci casca. Come il 65enne che martedì sera, in piazza Repubblica a Milano, ha fatto arrestare un cittadino camerunense 39enne per il reato di truffa aggravata in concorso, e denunciare per lo stesso reato il complice, un altro camerunense 48enne.
La vicenda inizia lo scorso marzo, quando il 65nne aveva incontrato in un appartamento di via Pantano il 39enne e un complice. In quella circostanza gli era stato proposto un metodo per generare banconote da 50 euro con banali pezzi di carta, a condizione che procurasse loro il maggior numero di banconote da duplicare. Al secondo incontro la vittima si è così presentata con 13 mila euro contanti; i due complici, tra cui l’arrestato, con flaconi di reagenti chimici e altra strumentazione hanno messo in scena la fraudolenta duplicazione delle banconote, facendo poi di fatto sparire il denaro vero.
Nei giorni successivi i contatti tra malviventi e vittima non si erano interrotti e, alla promessa di restituzione delle 13 mila euro iniziali, si è aggiunta la richiesta di ulteriore denaro. Il 65enne, questa volta, ha chiamato il 112. È allora che è scattata la trappola ordita dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, d’accordo con la vittima. All’incontro si è presentato il 39enne che, colto nella flagranza della cessione di denaro, è stato subito arrestato dai poliziotti della Settima Sezione Upg. Gli accertamenti degli agenti hanno portato alla denuncia del complice che lo attendeva in una struttura alberghiera; all’interno della camera sono state rinvenute e sequestrate diverse strumentazioni che i truffatori utilizzavano per riprodurre le banconote.

2 Giugno 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo