Milano
5:33 pm, 31 Maggio 21 calendario

Di Fazio: ascoltata la sorella medico

Di: Redazione Metronews
condividi

MILANO «La mia assistita non è indagata». Lo dice chiaro l’avvocato Guido Magnisi, legale della sorella di Antonio Di Fazio, il manager arrestato con l’accusa di avere narcotizzato e violentato una 21enne, nel marzo scorso. La donna, una dottoressa che esrecita presso una clinica privata a San Marino, è stata sentita ieri dagli inquirenti che stanno indagando sulla serie di presunti stupri perpetrati dal facoltoso manager, secondo i pm, narcotizzando le vittime prima di abusarne. «Maria Rosa Di Fazio è estranea a qualsiasi accusa, è stata sentita come persona debolmente informata sui fatti e non è indagata», ha spiegato Magnisi. La donna «ha una sua vita – ha aggiunto l’avvocato – è un’oncologa di fama nazionale, se non internazionale, e vive a San Marino, lontana geograficamente da quella situazione».
Ad attirare l’attenzione degli inquirenti alcune ricette di benzodiazepine firmate dalla sorella di Di Fazio, le medesime sostanze che sarebbero state utilizzate dall’indagato per stordire le presunte vittime.
«Le ricette risalgono nel tempo ed erano per la mamma e per il papà, poi deceduto», ha spiegato il legale. Che ha poi aggiunto che la donna ha riferito agli investigatori «quello che suo fratello le ha detto, ha raccolto informazioni da lui. In ogni caso è improbabile che una persona accusata di un reato intimo, ammesso che lo abbia commesso, ne parli con la sorella».
Maria Rosa Di Fazio aveva acceso l’interesse del procuratore aggiunto Letizia Mannella e del sostituto Alessia Menegazzo anche alla luce dei racconti riferiti dall’ex moglie di Di Fazio – ascoltata nei giorni scorsi in procura -, la quale aveva riferito di un referto medico stilato dalla dottoressa a favore del fratello, utilizzato per screditare alcune delle denunce di aggressione (ne ha sottoscritte ben 12) presentate dalla donna contro l’ex marito.
Oggi la Procura ha iconfermato di non voler sentire Paola Turci, la cantautrice per la quale Di Fazio aveva sviluppato una sorta di ossessione, tanto da aver assunto un addetto alla comunicazione pur di conoscerla. Fra i due non ci sono mai state relazioni sentimentali e quindi per gli inquirenti non c’è motivo di convocarla. 
E intanto si muovono anche i legali di Di Fazio, che nello scorso weekend avrebbero contattato numerosi professionisti per redigere una perizia psichiatrica del manager, attualmente agli arresti.

31 Maggio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo