Coronavirus
3:00 pm, 29 Aprile 21 calendario

Volo da India a Fiumicino 23 positivi su 214

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA Si attende l’esito del sequenziamento per la ricerca delle varianti da parte dello Spallanzani, dopo che 23 passeggeri (su 214) del volo partito da New Delhi e atterrato a Roma ieri sera sono stati trovati positivi al Covid. Il timore è che si tratti della variante indiana, che nel gigante asiatico sta causando un drammatico aumento dei contagi e dei decessi.
 Tra i positivi, il 10% del totale, ci sono anche due membri dell’equipaggio. Le operazioni delle Uscar, le Unità speciali di continuità assistenziale della Regione Lazio in prima linea da mesi nella lotta al Covid, sono iniziate alle 22 e sono andate avanti fino a tarda notte
 I passeggeri sono stati condotti in due strutture diverse dove sono sottoposti a tampone e dove trascorreranno la quarantena: 50 circa nella cittadella militare della Cecchignola, gli altri all’hotel Sheraton.
 Nei giorni scorsi, dopo il forte aumento dei casi di Covid nel Paese asiatico e la diffusione della cosiddetta “variante indiana”, il ministro della Salute ha firmato un’ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi nelle due settimane precedenti è stato in India, in Bangladesh e, con una nuova ordinanza firmata oggi, anche in Sri Lanka: i residenti nel nostro Paese possono rientrare solo dopo due tamponi, uno alla partenza e uno all’arrivo, osservando comunque 14 giorni di quarantena. 
 Una mossa apprezzata dal presidente del Lazio, Nicola Zingaretti, che ha ribadito: «Dobbiamo essere molto prudenti sui flussi turistici e migratori». Queste rotte «vanno controllate attraverso un coordinamento europeo e un blocco dei voli. Noi controlleremo e faremo filtri ma non basta fare un tampone all’aeroporto, serve una quarantena controllata».
In India è record di morti
L’Indi ha registrato oggi altri 3.645 morti per Covid-19, un nuovo record per il Paese asiatico con un aumento di oltre 350 unità rispetto a ieri. Salgono così a 204.832 i decessi da inizio pandemia in India. Gli Stati Uniti hanno consigliato ai propri cittadini che si trovano in India di andarsene non appena sarà possibile farlo in sicurezza.  Una nota sul sito dell’ambasciata degli Stati Uniti a New Delhi avverte che “l’accesso a tutti i tipi di cure mediche è sempre più seriamente limitato in India a causa dell’aumento dei casi di Covid-19” sottolineando che i decessi sono aumentati notevolmente. “I cittadini statunitensi che desiderano lasciare l’India dovrebbero approfittare delle opzioni di trasporto commerciale disponibili ora”, si legge ancora sul sito.
 

29 Aprile 2021 ( modificato il 24 Maggio 2021 | 10:53 )
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo