mar cinese orientale
5:31 pm, 29 Aprile 21 calendario

Pechino avvisa Washington “Navi Usa troppo vicine”

Di: Redazione Metronews
condividi

Nuove tensioni tra Cina e Usa: Pechino chiede di limitare la presenza di unità navali in prima linea nei mari, dopo le immagini diffuse dagli Usa dell’operazione di stretta ricognizione di una flotta di navi militari cinesi, tra cui la portaerei Liaoning, avvenuta l’11 aprile nel Mare Cinese Orientale.
Le immagini mostrano il comandante del cacciatorpediniere Uss Mustin, Robert J. Briggs, e il suo vice, Richard D. Slye, che osservano la Liaoning durante l’esercitazione da poche migliaia di metri di distanza, in atteggiamento palesemente rilassato. La mossa degli Stati Uniti, ha commentato il portavoce del ministero della Difesa di Pechino, Wu Qian, “ha interrotto le esercitazioni cinesi, minacciato la sicurezza degli equipaggi di entrambe le navi, e la Marina cinese ha avvertito l’unità navale Usa di lasciare la zona”. Il ministero della Difesa cinese, ha aggiunto il portavoce, ha protestato con gli Stati Uniti.
Nel Mare Cinese orientale, la Cina rivendica la sovranità sulle isole Senkaku – controllate dal Giappone e chiamate Diaoyu, in Cina – mentre nel Mare Cinese Meridionale, Pechino ha in corso dispute di sovranità con altri Paesi della regione, in particolare le Filippine, su isole e atolli della zona, molti dei quali militarizzati da Pechino.
Secondo le stime cinesi, dall’arrivo alla casa Bianca di Joe Biden, le attività delle navi da guerra Usa sono aumentate di oltre il 20% rispetto allo stesso periodo del 2020, e contemporaneamente le ricognizioni aeree hanno registrato un balzo del 40%. “Esortiamo gli Stati Uniti a limitare rigorosamente le forze in prima linea”, ha concluso il portavoce, “e a rispettare le regole per evitare che simili incidenti pericolosi si ripetano”.
Il ruolo della presenza militare statunitense nella regione è stato citato anche dal presidente Usa, Joe Biden, nelle scorse ore. Nel discorso al Congresso, il capo della Casa Bianca ha dato un ruolo di primo piano alla minaccia cinese tra i temi di politica estera affrontati. Pur affermando che gli Stati Uniti non cercano il conflitto con la Cina, Biden ha dichiarato che gli Usa manterranno una forte presenza militare nella regione dell’Indo-Pacifico “non per iniziare un conflitto, ma per prevenirlo”. 

29 Aprile 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA