Sanremo 2021
6:36 am, 4 Marzo 21 calendario

A Sanremo è la notte delle cover e dei duetti

Di: Redazione Metronews
condividi

SANREMO Mentre Amadeus fa i conti con un calo di audience e la perdita di 1 milione di spettatori rispetto al debutto del 2020 («La sensazione delle poltrone realmente vuote l’abbiamo avuta nei primi 3 minuti, e l’impatto non lo auguro a nessun altro conduttore», dice), si prepara la notte dei Negramaro, attesi ospiti della terza serata del Festival. Sangiorgi & Co. assicurano una bella sorpresa. «“Mentre tutto scorre” abbiamo trovato “La cura del tempo”: la grande musica che ci lega al più̀ grande dei festival. Dal 2005, da quando muovevamo i nostri primi passi sul palco di Sanremo, è̀ passato tanto tempo. Dopo “La prima volta” come Super Ospiti, torniamo con una pelle diversa ma la stessa energia di sempre. Stiamo preparando un’esibizione speciale per voi, sarà̀ una grande festa! Vi ricordate com’eravamo nel 2005?».
Ma questa è soprattutto la notte delle cover e dei duetti, forse la parte più magica e più cantabile della kermesse. All’Ariston, davanti alle vermiglie poltrone vuote, l’orchestra imbavagliata, si esibiranno i 26 big in gara, misurandosi con pezzi che, in molti casi, fan parte della storia della musica leggera. Brani sacri e considerati intoccabili, a partire da “Caruso” del geniale Lucio Dalla, passando per “Un’avventura” e “Il mio canto libero” di un altro grande Lucio, Battisti. Canzoni scanzonate come la “Gianna” del funambolico Rino Gaetano che tutti, anche i più giovani, hanno ballato in qualche festa, quando ancora si poteva sudare insieme, o un graffiante cult quale “Rosamunda” della mitica Gabriella Ferri.
E, poi, “Mi sono innamorato di te” di un indimenticabile Luigi Tenco che a Sanremo ci ha rimesso il cuore e la vita (chissà che ne farà la giovane e brava Gaia in coppia con la dea Lous and The Yakuza) e “Insieme a te non ci sto più” che Caterina Caselli portò al successo nel 1968, reinterpretata oggi da Malika. Ma la curiosità è tutta per l’inossidabile Orietta Berti, classe 1943, che con Le Deva si cimenta in “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo. Insomma, finalmente ci sarà da cantare a squarciagola e sarà catartico, non solo per Fiorello, Amadeus, Ibrahimovic (che torna ospite a dettar le sue regole pallonare del gioco), l’istrionico Achille Lauro, che ritroveremo con l’indomita Monica Guerritore a fare da quadro alle sue pungenti e dissacranti rappresentazioni. Peccato per l’atteso Irama che sul palco non salirà!
La lista dei duetti e cover di Sanremo 2021
Aiello con Vegas Jones – Gianna (Rino Gaetano)
Annalisa – La musica è finita (Ornella Vanoni)
Arisa con Michele Bravi – Quando (Pino Daniele)
Bugo con Pinguini Tattici Nucleari – Un’avventura (Lucio Battisti)
Colapesce e Dimartino – Povera Patria (Franco Battiato)
Come_Cose con Alberto Radius e Mamakass – Il mio canto libero (Lucio Battisti)
Ermal Meta con Napoli Mandolin Orchestra – Caruso (Lucio Dalla)
Extraliscio e Davide Toffolo con Peter Pichler – Rosamunda (Gabriella Ferri)
Fasma con Nesli – La fine (Nesli)
Francesco Renga con Casadiliego – Una ragione di più (Ornella Vanoni)
Fulminacci con Valerio Lundini e Roy Paci – Penso positivo (Jovanotti)
Gaia con Lous and the Yukuza – Mi sono innamorato di te (Luigi Tenco)
Ghemon con Neri per Caso – Medley: Le ragazze, Donne, Acqua e sapone, La canzone del sole
Gio Evan con i cantanti di The Voice Senior – Gli anni (883)
Irama – Cyrano (Francesco Guccini) ? Un grande punto interrogativo…
La Rappresentante di Lista con Donatella Rettore – Splendido Splendente (Donatella Rettore)
Lo Stato Sociale con Sergio Rubini e I Lavoratori dello Spettacolo – Non è per sempre (Afterhours)
Madame – Prisencolinensinainciusol (Adriano Celentano)
Malika Ayane – Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli)
Måneskin con Manuel Agnelli – Amandoti (CCCP di Giovanni Lindo Ferretti)
 
 
ORIETTA CICCHINELLI
 
 

4 Marzo 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo