Governo Draghi
12:00 pm, 17 Febbraio 21 calendario

Draghi al Senato “L’unità non è un’opzione”

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA.  «Questo è il terzo governo della legislatura. Non c’è nulla che faccia pensare che possa far bene senza il sostegno convinto di questo Parlamento. E’ un sostegno che non poggia su alchimie politiche ma sullo spirito di sacrificio con cui donne e uomini hanno affrontato l’ultimo anno, sul loro vibrante desiderio di rinascere, di tornare più forti e sull’entusiasmo dei giovani che vogliono un paese capace di realizzare i loro sogni. Oggi, l’unità non è un’opzione, l’unità è un dovere. Ma è un dovere guidato da ciò che son certo ci unisce tutti: l’amore per l’Italia». Si conclude così, con la richiesta di fiducia al Senato, il discorso del presidente del Consiglio Mario Draghi. Un discorso non ascitto, durato 50 minuti, incardinato sullo “spirito repubblicano” e nel quale  il presidente puntualizza che “un esecutivo come quello che ho l’onore di presiedere è semplicemente il governo del Paese, non ha bisogno di un aggettivo che lo definisca”. Il voto sulla fiducia  è previsto in serata, dalle 22, mentre giovedì sarà la volta della Camera. 
Lotta alla pandemia, campagna vaccinale e uscita dalla crisi economica grazie al Recovery plan. Ecco, in flash, i nodi del discorso del presidente del Consiglio.
PANDEMIA.
Primo dovere è combattere la pandemia: Il virus è nemico di tutti. Penso a economia bloccata da pandemia  Impegno a informare in anticipo i cittadini se cambiano regole.Il Governo farà le riforme ma affronterà anche l’emergenza. Non esiste un prima e un dopo Ora ci sarà una ricostruzione come avvenne nel dopoguerra.  Il nostro impegno è per il rientro alla normalità dalla crisi economica. Ogni spreco oggi è un torto per i nostri figli 
 EUROPEISMO
L’Italia è fondatrice della Ue e protagonista della Nato. L’euro è irreversibile. Fuori dall’Europa c’è meno Italia. Dobbiamo essere più orgogliosi dell’Italia.  
PRIORITA’ PER RIPARTIRE 
Vaccino: La nostra prima sfida è ottenere il vaccino e distribuirlo rapidamente. Non limitare le vaccinazioni a luoghi specifici. Scuola: Bisogna recuperare le ore di didattica perse. Pensare a diverse fasce orarie. Il ritorno a scuola deve avvenire in sicurezza.
METRO 
 

17 Febbraio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo