Scienza
12:35 pm, 3 Febbraio 21 calendario

Quel chip nel cranio adesso punterà a guarire

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA. Una scimmia con un impianto wireless nella testa. Che gioca a videogames. Ma che domani sarà il primo passo  per curare danni al cervello, o alla spina dorsale, facendo recuperare  abilità perse. Lo ha fatto Neuralink, la startup di San Francisco di proprietà di Elon Musk che ha come mission  l’interfaccia neurale, cioè cervello-computer: dunque, ha installato un chip nel cervello di una scimmia per farla giocare ai videogiochi. «E’ una scimmia felice», ha commentato il vulcanico patron della Tesla parlando su Clubhouse,  app social privata per conversazioni informali, estemporanee, con 5 milioni di utenti, che sta andando molto di moda.
Wireless nel cranio
«Abbiamo una scimmia con un impianto wireless nel cranio, con piccoli cavi che può giocare ai videogiochi con la sua mente – ha rivelato Musk ad alcuni migliaia di utenti Clubhouse –  Non può vedere dove si trova l’impianto. E’ una scimmia felice. Abbiamo le strutture per scimmie migliori del mondo. Vogliamo che giochino a mind-pong». Ma al di là della felicità, l’obiettivo di Neuralink è  arrivare a curare danni al cervello o alla spina dorsale facendo recuperare capacità perse proprio grazie all’impianto di un chip. «Esiste una versione primitiva di questa device con piccoli cavi che escono dalla testa ma è come avere un Fitbit nel cranio con fili che arrivano al cervello», ha spiegato Musk, assicurando di aver seguito tutte le regolamentazioni vigenti per la sperimentazione e che le scimmie stanno bene. 
Backup memoria
L’imprenditore impegnato, come si sa, anche nella Tesla e nello spazio con l’idea di mandare l’uomo (a breve) su Marte,   ha anche  ipotizzato l’utilizzo di questa tecnologia  per fare nientemeno che un  backup della memoria di un essere umano morente, per poter trasferire i suoi ricordi su un nuovo corpo, umano o   meccanico. Fantascienza?
METRO
 

3 Febbraio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo