la crisi di governo
9:01 pm, 1 Febbraio 21 calendario

Crisi, tavolo sui temi in cerca di una quadra

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA Entro martedì sera il presidente della Camera, Roberto Fico, dovrà tornare al Colle per riferire al presidente Sergio Mattarella l’esito della sua esplorazione. Dalle 10 sino alle 21 di lunedì il tavolo di maggioranza ha cercato una difficile quadra sui contenuti, poi è stato aggiornato a martedì mattina. In discussione il programma di fine legislatura, con divisioni già a partire dalla forma che dovrà prendere: un patto scritto secondo Italia viva; mentre per altri (come i centristi di Tabacci) il tavolo si potrebbe chiudere senza un documento cristallizzato. Tutti giurano però che non si è parlato di nomi e forse per questo oggi Fico chiederà a Mattarella qualche altro giorno per definire la squadra.
I nodi Mes e elezioni
Gli argomenti tirati in ballo, sui quali si dovrà trovare un difficile compromesso, sono noti. Il Pd inserisce tra le priorità l’occupazione femminile, l’ammortizzatore sociale unico e la parità salariale. Un nodo che è emerso è stato quello relativo alle riforme istituzionali e al Recovery. Italia viva ha posto la questione al tavolo, chiedendo che vengano istituite due commissioni bicamerali (dando magari la guida di una delle due, ad esempio quella sulle riforme, alle opposizioni). Proposta che, al momento, non è stata accolta a braccia aperte dagli altri partecipanti.
Renzi alza la posta
Ma il partito di Renzi ha alzato la posta anche richiamando il tema caldo dell’adozione del Mes, con immediata e netta opposizione del M5S. Tra i temi anche la legge elettorale, che Italia viva insiste nel volere con il maggioritario (oppure con l’introduzione delle preferenze se proporzionale). Mentre i dem rilanciano il voto al Senato anche per i 18enni. Quanto ai nomi, il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, dopo aver ribadito il nome di Giuseppe Conte come premier, ieri ha blindato anche quello di Roberto Gualtieri al ministero dell’Economia. Da parte sua il leader di Italia viva, Matteo Renzi, non ha scoperto del tutto le   carte ma ha precisato: «Alla fine di questa settimana avremo il nuovo governo, dovrà essere un esecutivo al’altezza, di persone capaci e meritevoli. Solo così l’Italia si salva».
Meloni insiste sulle urne
Nel centrodestra Giorgia Meloni e Matteo Salvini insistono sul ritorno alle urne: «Il voto è la soluzione più responsabile», ha ribadito la presidente di FdI. E il leader della Lega ha aggiunto: «Contiamo che il presidente della Repubblica Mattarella senta cosa pensa il Paese e piuttosto che pastrocchi, restituisca la parola agli italiani». Ma per Forza Italia c’è anche un’altra strada: le elezioni sarebbero un errore, spiega Renato Brunetta, «abbiamo 100 giorni per salvare l’Italia» e per riuscire nell’impresa serve davvero «un governo dei migliori».
METRO

1 Febbraio 2021
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo