C’era una volta Sergio Leone
6:32 am, 17 Dicembre 19 calendario

Tutto su Sergio Leone in mostra all’Ara Pacis

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA A 30 anni dalla morte e a 90 dalla nascita, di uno dei miti assoluti del cinema, all’Ara Pacis si apre “C’era una volta Sergio Leone”. Un percorso espositivo emozionante che arriva a Roma, fino al 3 maggio, dopo il successo alla Cinémathèque Française di Parigi (co-produttrice dell’allestimento con la Fondazione Cineteca di Bologna) e racconta di un universo sconfinato, quello di Sergio Leone, che affonda le radici nella sua tradizione familiare: il padre, regista nell’era d’oro del muto, sceglierà lo pseudonimo di Roberto Roberti, e a lui Sergio strizzerà l’occhio firmando “Per un pugno di dollari” col nome di Bob Robertson.
Nel suo intenso percorso artistico Leone attraversa il peplum, (filone cinematografico storico-mitologico), riscrive il western e trova il culmine nel progetto di una vita: “C’era una volta in America”. A questo sarebbe seguito un altro film dedicato alla battaglia di Leningrado, del quale restano poche pagine scritte prima della sua scomparsa (il maestro non amava scrivere).
Grazie ai materiali d’archivio della famiglia Leone e di Unidis Jolly Film i visitatori entreranno nello studio dove nascevano le idee per il cinema di Sergio, coi suoi cimeli e la sua libreria, per immergersi nei suoi film attraverso modellini, scenografie, bozzetti, costumi, oggetti di scena, sequenze e foto di Angelo Novi che ha seguito il lavoro da C’era una volta il West in poi.
Diverse le sezioni in expò: Cittadino del cinema, Le fonti dell’immaginario, Laboratorio Leone, C’era una volta in America, Leningrado e oltre, L’eredità Leone, per un viaggio imperdibile.
 
 
ORIETTA CICCHINELLI

17 Dicembre 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA