florida
11:07 pm, 14 Luglio 19 calendario

Divorato in poche ore da “batterio mangiacarne”

Di: Redazione Metronews
condividi

Un uomo è morto in meno di 48 ore a causa di un ‘batterio mangiacarne’ contratto durante una vacanza nella contea di Okaloosa, in Florida. A denunciare il caso è stata la figlia, Cheryl Bennett Wiygul, con un post su Facebook.     Come ha raccontato la donna, i suoi genitori di Memphis erano andati a trovarla in Florida e tutti insieme avevano visitato diversi luoghi, andando su una moto d’acqua e facendo il bagno in mare, in un torrente, in una piscina e in una palude. Avendo letto notizie recenti di una donna uccisa dal batterio, Cheryl aveva preso precauzioni nei confronti del padre, che da anni lottava contro un tumore, accertandosi che non avesse ferite aperte e sigillandogli anche i più piccoli graffi. 
Ospedale. Nelle prime ore di ieri l’uomo aveva cominciato a sentirsi male e i familiari avevano deciso di tornare a Memphis per farlo curare, lì dove conoscevano le sue condizioni. In serata la situazione era peggiorata ed era stato ricoverato in ospedale. Lì i medici avevano scoperto una macchia nera gonfia sulla schiena: la figlia aveva riconosciuto i sintomi di una fascite necrotizzante causata dal batterio e aveva avvertito lo staff della struttura, ma era tardi. Le condizioni dell’uomo erano precipitate, nonostante gli antibiotici. E’ la seconda vittima nel giro di poche settimane.

14 Luglio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA