TORINO
10:36 pm, 29 Gennaio 19 calendario

Per la morte di Marisa Amato indagati in 15

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO La Procura ha spedito altri 15 avvisi di garanzia per la morte di Marisa Amato, che rimase tetraplegica dopo essere stata travolta dalla folla per il panico di piazza San Carlo.
Destinatari degli avvisi sono alcuni medici delle Molinette e del Maria Vittoria. Bisognerà capire se il personale sanitario poteva accorgersi della lussazione vertebrale che portò alla paralisi e se quindi avrebbero potuto fare qualcosa per evitarlo.
La richiesta di ulteriori indagini fu avanzata già lo scorso novembre dal giudice Stefano Vitelli: chiese ai pm di approfondire il caso e di valutare se potevano esserci margini per accorgersi delle condizioni della donna perché quella notte la TAC a cui fu sottoposta non rivelò la lesione alla colonna vertebrale. Ma erano momenti concitati, furono 1.526 i feriti quella notte e un’altra donna, Erika Pioletti, perse la vita. L’ipotesi è di omicidio colposo: l’autopsia sul corpo della donna sarà effettuata domani.
La 64enne Marisa Amato in questi due anni è stato un volto simbolo di quella notte, lei non era in piazza per vedere la finale di Champions League Juventus-Real Madrid ma era in via Santa Teresa con il marito quando fu travolta. E i suoi figli Viviana e Danilo, inoltre, hanno scelto di fondare l’associazione “I sogni di Nonna Marisa” per aiutare chi deve sostenere delle cure impegnative, hanno contribuito pochi mesi fa a finanziare un intervento chirurgico alle gambe a un bambino.
CRISTINA PALAZZO
CRISTINA PALAZZO

29 Gennaio 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo