MALTEMPO
9:13 pm, 29 Ottobre 18 calendario

Il vento fa strage da Nord a Sud

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA Il vortice ciclonico che sta investendo il nostro Paese ha scatenato venti di una violenza che non si registrava da decenni. La caduta di alberi e calcinacci ha provocato almeno sette morti, ma il bilancio è provvisorio. Due vittime si sono registrate in provincia di Frosinone, altre due a Terracina in provincia di Latina, uno a Napoli, uno ad Albisola nel Savonese e uno a Feltre nel Bellunese. I vigili del fuoco hanno effettuato migliaia di interventi e il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato la dichiarazione dello stato di mobilitazione del Servizio nazionale della protezione civile. Le situazioni più critiche in Liguria, Piemonte, Veneto, Friuli, Lazio e Campania. Ma dal Nod al Sud tutta la penisola è stata flagellata.
Scontri climatici
Ora si teme per l’arrivo della parte più fresca della perturbazione atlantica, che impatterà contro le correnti umide di scirocco che sono presenti da giorni sull’Italia. Intanto scuole chiuse anche oggi in diverse città, a partire da Roma, per le verifiche di agibilità. In Liguria le piogge hanno raggiunto i 400 mm in alcune zone dell’area genovese e, contemporaneamente, si è verificata una delle mareggiate più potenti degli ultimi anni. I torrenti, a partire dal Bisagno e dal Polcevera, sono tutti monitorati con estrema attenzione, mentre prosegue il costante monitoraggio con i sensori del Ponte Morandi. Emergenza anche in Piemonte e in Friuli Venezia Giulia con famiglie evacuate ed esondazioni dei fiumi in Carnia e Valcellina.
Acqua alta da record
A Venezia l’acqua alta ha raggiunto l’altezza record di 160 centimetri. Allarme rosso in Trentino Alto Adige, con neve sui rilievi oltre i 2.200 metri. Non va meglio al Centro e al Sud: in Toscana si registrano allagamenti nel Grossetano, a Firenze scuole e parchi pubblici chiusi. A Roma decine di alberi in terra e problemi per la ferrovia Roma-Lido e la linea B della metropolitana.
METRO

29 Ottobre 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo