DOPO IL VOTO
8:20 pm, 8 Marzo 18 calendario

L’appello di Mattarella: “Serve responsabilità”

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA «Ci sarà sempre bisogno di senso di responsabilità nell’interesse del Paese, come dimostrarono le donne in Parlamento». Lo ha detto Sergio Mattarella alla cerimonia della Giornata internazionale della donna al Quirinale. Nella formazione delle leggi sul nuovo diritto di famiglia, ha ricordato il presidente, «il Paese allora si divise; in maniera accesa. Ma in Parlamento, dopo soltanto pochi mesi, vi fu la capacità di raggiungere un compromesso alto, su materia fondamentale, con una normativa di grande valore e qualità. Le donne, nella guida di questo processo politico di avanzamento, hanno saputo tenere ben in vista gli interessi generali, anche quando le dinamiche dei partiti inducevano alla contrapposizione e al conflitto.
Riflessione per il governo
Per il capo dello Stato «abbiamo ancora – e questo riguarda tutti –  avremo sempre bisogno di questa attitudine; del senso di responsabilità di saper collocare al centro l’interesse generale del Paese e dei suoi cittadini». Parole che sono apparse a tutti come un richiamo ai partiti, ancora esacerbati dalla lunga e accesa campagna elettorale, perchè smettano i panni della propaganda e avvino una fase di riflessione che abbia come obiettivo la formazione di un governo per il Paese. Presente alla cerimonia in Quirinale anche Luigi Di Maio, leader del M5S, che ai cronisti che chiedevano come stiano procedendo le cose, ha risposto: «Mi sembra bene. Mi vedete preoccupato? No, siamo tranquilli». E più tardi ha aggiunto: «Sono fiducioso».
Tensione tra i Dem
Oggi sono previsti l’incontro degli eletti del M5S e quello degli eletti della Lega, la settimana prossima si riunirà Forza Italia e lunedì ci sarà la direzione del Pd. In vista della quale le dimissioni di Matteo Renzi da segretario del Pd sembrano irreversibili. Ad assicurarlo è stato il capogruppo uscente alla Camera, Ettore Rosato: «Renzi non si ricandida alle primarie, non vuole fare il segretario Pd». Ma il clima interno si va surriscaldando in vista della direzione di lunedì. E dopo Calenda, ieri si è iscritto al Pd anche il fotografo Oliviero Toscani: «Non sono uno che salta sul carro dei vincitori, io salto sul carro in difficoltà».
METRO

8 Marzo 2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo