Sicurezza
8:26 pm, 5 Marzo 17 calendario

A San Severo spari contro gli automezzi della polizia

Di: Redazione Metronews
condividi

FOGGIA Sfida allo Stato a San Severo, il comune in provincia di Foggia teatro di un’escalation criminale di rapine e agguati: nella notte tra sabato e domenica sono stati esplosi diversi colpi d’arma da fuoco contro i mezzi della polizia inviati da Bari per rafforzare la sicurezza. L’intimidazione è avvenuta a piazza della Costituzione, vicino alla stazione, davanti all’albergo che ospita gli agenti di rinforzo spediti dal Viminale nella città pugliese con 54.000 abitanti. Gli spari da un’auto in corsa, immortalati da una telecamera a circuito chiuso, hanno preso di mira un automezzo del Reparto prevenzione crimine di Lecce e hanno centrato in tre punti un furgone del reparto mobile.
Infiltrazioni criminali
Il portiere dell’albergo ha udito gli spari e ha dato l’allarme. Sull’episodio è stata aperta un’indagine. Non è escluso un nesso con lo sgombero dei migranti dal vicino “Gran Ghetto”, nel quale avevano operato alcuni degli agenti che si trovavano nell’albergo. Nel campo abusivo di migranti, sgombrato per infiltrazioni criminali, attingevano procacciatori di mano d’opera per le campagne. Il sindaco di San Severo, Francesco Miglio – che martedì scorso aveva incontrato il ministro dell’Interno Minniti – ha espresso preoccupazione: «Non ci facciamo intimidire nè prendere dallo scoramento – ha aggiunto – non assistiamo passivamente a questi eventi, chiedo a tutti di non mollare e affrontare insieme questa emergenza». Il Viminale ha fatto sapere che da lunedì il dispositivo di controllo del territorio sarà rafforzato con l’invio di altri agenti a San Severo.
METRO

5 Marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo