Migranti
8:49 pm, 2 Marzo 17 calendario

Migranti, pronte sanzioni per mancati ricollocamenti

Di: Redazione Metronews
condividi

BRUXELLES Anche se i flussi di migranti in arrivo dal Mediterraneo sono diminuite per effetto dell’accordo Ue-Turchia, «l’Italia e la Grecia restano sotto pressione». I Paesi europei quindi «accelerino ricollocamenti e rimpatri», pena le sanzioni. Il monito è arrivato dal commissario Ue per l’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, che in vista del vertice della prossima settimana ha richiamato tutti a completare lo schema di ricollocamento di 160 mila profughi da Italia e Grecia. «È possibile farlo – ha detto – ci vuole solo la volontà politica. Ho chiesto a tutti i governi di accelerare: il meccanismo finisce a settembre, ma il loro impegno non finisce e se non sarà rispettato dovranno pagare il conto».
L’appello di Juncker
«Grecia e Italia hanno fatto sforzi importanti per migliorare la loro capacità e organizzare le procedure per rendere possibile il ricollocamento dei rifugiati – ha scritto il presidente della Commissione Ue, Juncker – ora tocca agli altri Stati dar seguito ai loro obblighi, anche in questa parte della politica dell’immigrazione». Sino ad ora dei 160 mila rifugiati da ricollocare in Europa, solo poco più di 13 mila hanno trovato un Paese di accoglienza. Inoltre secondo Bruxelles in Europa è presente un milione di migranti irregolari da rimpatriare.
METRO

2 Marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo