Milano
10:37 pm, 19 Febbraio 17 calendario

A fuoco in Duomo le palme della discordia

Di: Redazione Metronews
condividi

MILANO Poche ore prima c’era stato un presidio di Casa Pound contro “l’africanizzazione” di piazza Duomo causa boschetto di palme sponsorizzato da Starbucks. Nel pomeriggio la Lega sulla stessa lunghezza d’onda aveva distribuito banane ai passanti. Ma poco dopo la mezzanotte un gruppetto di vandali ha pensato bene di passare dal fuoco della polemica ai fatti, incendiando tre dei contestatissimi alberi. Ora è caccia agli autori che sarebbero stati individuati dai vigili grazie all’analisi delle immagini delle telecamere in piazza Duomo. Ad accorgersi del rogo, che  ha seriamente danneggiato solo una delle tre piante, dei ragazzi appena usciti dal cinema.
L’atto vandalico ha avuto il merito di unire per mezza giornata tutti quanti in un coro di condanna, dopo le accesissime polemiche dei giorni scorsi sulla bontà dell’intervento di arredo urbano che prevedere tra l’altro anche banani. Una discussione diventata da estetica a politica in consiglio comunale con centro destra e Lega con toni diversi a contestare la scelta di essenze non indigene. Ma anche molti milanesi si sono detti perplessi.  Persino il sindaco Sala ha ammesso di non essere entusiasta della soluzione, mentre critici come Daverio e Sgarbi l’apprezzano.
Ieri però tutti d’accordo, da De Corato ai 5 stelle alla Gelmini a condannare l’atto. «È un gesto vile e le forze dell’ordine sono al lavoro per individuare i responsabili – ha commentato l’assessore Pierfrancesco Maran -Gli imbecilli però perdono sempre, e l’effetto sarà che i milanesi ci si affezioneranno ancora di più alle piante». Comozzi di Forza Italia mette l’accento sulla sicurezza: «Pensavo che almeno la piazza principale di Milano fosse presidiata a sufficienza». 
P.R.

19 Febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo