TORINO
9:34 pm, 30 Gennaio 17 calendario

Per il suk volano stracci tra 5 Stelle e opposizioni

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO Centrosinistra e Movimento Cinque Stelle sono ormai ai ferri corti nel consiglio della Città Metropolitana. Lo scontro riguarda la collocazione del mercato del libero scambio, meglio conosciuto come suk, a Ponte Mosca nel quartiere Aurora. Gli otto consiglieri della lista “Città di Città» – espressione di Pd e Moderati – hanno abbandonato l’aula per protestare contro la decisione della sindaca Chiara Appendino di «ignorare un atto approvato a maggioranza nell’ultimo Consiglio», ovvero la mozione contraria all’allestimento del suk a Ponte Mosca.
«I 5 Stelle procedono come se avessero la maggioranza, cosa che non è, a disprezzo delle regole di democrazia», è l’accusa del capogruppo di “Città di Città”, Vincenzo Barrea.
Secca la replica del M5S. Il vicesindaco pentastellato della Città metropolitana, Marco Marocco, ha parlato di «sceneggiata strumentale», sottolineando che i lavori sono proseguiti «votando diversi provvedimenti utili per i cittadini, vero interlocutore della nostra azione politica».
Lo scontro di ieri fa seguito alla decisione dei giorni scorsi della giunta Appendino di approvare le linee guida per la collocazione temporanea, cioè fino al 31 maggio, del mercato di libero scambio a Ponte Mosca. Una collocazione fortemente osteggiata anche dai cittadini che nelle settimane scorse avevano anche sottoscritto una petizione con circa 2000 firme contro il degrado dell’area, dovuto anche alla presenza del suk.
REBECCA ANVERSA
(Foto Torinotoday)

30 Gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo