Trump
8:00 am, 20 Gennaio 17 calendario

Usa, è il giorno di Trump presidente

Di: Redazione Metronews
condividi

USA. Con i riflettori del mondo puntati addosso, e un rating di gradimento fra i più bassi della storia, 40%, oggi Donald Trump giurerà come 45esimo presidente degli Stati Uniti e pronuncerà il suo messaggio inaugurale, consegnandolo alla storia. Sarà la 58esima inaugurazione presidenziale nella storia degli Stati Uniti, una cerimonia molto simbolica e che si ripete, salvo lievi variazioni, secondo passaggi abbastanza codificati. La cerimonia (che risale a George Washington) si articola in cinque fasi fondamentali: giuramento, discorso inaugurale, pranzo, parata e infine balli.  
Il giuramento
 Prima il giuramento sul West Front del Campidoglio: in linea con la Costituzione americana, il mandato di Trump comincerà ufficialmente a mezzogiorno esatto (le 18 in Italia). È dal 1981, con Ronald Reagan, che il giuramento avviene in  Campidoglio. Prima (ore 17.30) giurerà il vice presidente Mike Pence.
Il discorso  
Poi il presidente pronuncerà il  suo messaggio alla nazione. Si tratta, per consuetudine, di interventi volti a conciliare l’orgoglio per la vittoria con la necessità di riunificare il Paese ma con Trump nulla è mai scontato. Ha già annunciato che sarà breve, durerà circa 20 minuti, e sarà «di grande ispirazione e proiettato nel futuro». È stato preparato da lui stesso.
Presenti e non
Tra i presenti all’investitura del magnate repubblicano, ci saranno sicuramente l’ex presidente Bill Clinton, e sua moglie, l’ex candidata alla presidenza Hillary, insieme a un altro ex presidente, George W. Bush. Ci saranno anche il democratico Jimmy Carter e ovviamente Barack Obama, che come da tradizione assisterà alla cerimonia, prima di passare il testimone. 
Dal 1977, il presidente uscente e l’ex first lady lasciano la zona in elicottero. Sono già una trentina i congressisti Democratici americani che non parteciperanno invece all’Inauguration Day. La gran parte ha deciso il boicottaggio per protesta sul tema dei diritti civili e gli attacchi rivolti all’icona del movimento anti-segregazionista, John Lewis.
Pranzo a Capitol Hill 
Dopo il giuramento, presidente e vice verranno ospitati al pranzo offerto dal Congresso. Si svolge a Capi tol Hill dal 1953. Il menu riflette le tradizioni culinarie degli Stati da cui provengono presidente e vice.  Trump è nato a New York, così cosmopolita che è spesso associata alla pizza. Improbabile però che verrà servita.  
La parata 
Dopo il pranzo, la parata lungo Pennsylvania Avenue (ore 21-23 italiane). Vi parteciperanno circa 8mila persone per conto di oltre 40 organizzazioni: si va dalle rappresentanze di Boy Scouts ai gruppi di veterani, compresi quelli di soldati paralizzati o resi disabili, provenienti da tutta l’America. Trump, accompagnato da Melania, raggiungerà la alla Casa Bianca. 
La chiusura
Infine la chiusura, con i balli di insediamento (ma la coppia presidenziale parteciperà solo a due serate di gala: nulla a che vedere con i giovani Obama che, nel 2009, parteciparono a 10 balli ufficiali). Il giorno successivo all’insediamento, i coniugi Trump parteciperanno a un rito religioso nella cattedrale di Washington, il National Prayer Service alla Washington National Cathedral, con cui si chiuderanno le celebrazioni. 
Niente star
Lo staff che ha organizzato la cerimonia di insediamento ha avuto difficoltà a trovare grandi stelle disposte a esibirsi. Ci sarà di sicuro una 16enne, stella di America’s Got Talent, Jackie Evancho, che  canterà l’inno nazionale (alle ore 15.30). Nutrita la schiera di artisti che hanno dichiarato che non parteciperanno alla cerimonia, tra cui Elton John, Celine Dion e John Legend. 
Sicurezza al top
 Imponenti le misure di sicurezza dopo gli attentati di Bruxelles, Parigi e Istanbul e anche per far fronte alle numerose manifestazioni di protesta preannunciate (sono almeno 26 i gruppi che hanno chiesto il permesso di manifestare contro Trump). Ci saranno 30 mila uomini in campo, tra soldati e membri della Guardia nazionale per un costo stimabile intorno ai 100 milioni di dollari. 
METRO

20 Gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo