Gabriella Pession/Lapresse
5:30 pm, 24 Novembre 16 calendario

L’amore rubato film contro le violenze

Di: Redazione Metronews
condividi

CINEMA Si sa che «l’amore  è una cosa che ti fa star bene, ti fa venire voglia di mangiare e di sorridere e solo le brutte canzoni dicono il contrario» come sottolinea ne L’Amore Rubato un padre  a sua figlia. Si sa,  ma oggi che quasi sette milioni di donne subiscono violenza in famiglia tutto va ridetto, ripetuto, ripensato. Come ha fatto Dacia Maraini convinta che «laddove l’uomo identifica la virilità col possesso chiunque può trasformarsi in assassino».
Lo ha fatto nel suo libro L’Amore Rubato che sta alla base dell’omonimo film in sala dal 29 novembre, evento speciale per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, che intreccia strazianti episodi di donne violate e violentate in ogni modo.
«Ho accettato questo ruolo prima ancora di leggere il copione – dice Elena Sofia Ricci, una delle tante interpreti – perché ormai il bollettino di guerra è quotidiano e penso che la prevenzione sia  la nostra sola salvezza. Soltanto educando i bambini possiamo far crescere uomini non violenti in una società che, nonostante i successi sulla via della parità di diritti, sul piano emotivo è arretrata».
«Vogliamo  parlare di manipolazione, di donne che, come pugili sul ring, a forza di prendere colpi, vivono frastornate, senza capire più nulla» aggiunge Gabriella Pession. Soprattutto: «Abbiamo raccontato di famiglie che sembrano perfette, ma nascondono realtà di violenze continue».
 
SILVIA DI PAOLA

24 Novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA