Elezioni in Usa
11:24 pm, 9 Novembre 16 calendario

Ambientalisti in allarme Le emissioni fanno paura

Di: Redazione Metronews
condividi

USA L’allarme del mondo ambientalista si è elevato quasi in contemporanea all’annuncio della vittoria di Donald Trump. Da candidato, il neo presidente Usa, non ha fatto mistero delle sue posizioni diametralmente opposte a quelle dell’amministrazione Obama. Ha promesso che uno dei primi atti sarà stracciare l’accordo sul clima di Parigi, perché «è una bufala che i cambiamenti climatici derivino dalle azioni dell’uomo». Con questo scenario si aprono i lavori della Cop22 a Marrakech in Marocco. Il ruolo degli Stati Uniti, secondo maggior paese inquinatore del mondo, è sempre stato centrale per il dossier clima. Secondo la negoziatrice francese Laurence Tubiana, «Esiste un importante movimento, in molti paesi, pronto ad agire, e inoltre l’economia che avanza è quella delle rinnovabili, delle nuove tecnologie, dei trasporti puliti. Credo che un presidente si renda conto di ciò. Quindi, aspettiamo». Tecnicamente gli Stati Uniti non possono rescindere l’accordo ratificato. Se non dopo 4 anni e con uno di preavviso. Ma –ecco il punto debole – non ci sono sanzioni se non viene applicato. Nel corso della campagna elettorale infatti ha promesso di abolire le misure per la chiusura delle vecchie centrali a carbone e di rilanciare l’estrazione off-shore di petrolio e gas. Ha sempre detto di voler ridurre le tasse sulle imprese, rilanciare industrie “pesanti” come la petrolifera e la siderurgica, e a varare un grande piano di ricostruzione delle infrastrutture: tra cui forse rientra il famoso “muro” che dovrebbe impedire agli immigrati messicani di entrare negli Usa. Secondo le stime di Lux Research, un centro di ricerca indipendente, se Trump metterà in pratica le sue proposte le emissioni di anidride carbonica e altri gas serra degli  Usa aumenteranno del 16% entro il 2024. Vale a dire che nei prossimi 8 anni gli USA rilasceranno in atmosfera 3,4 miliardi di tonnellate di carbonio in più.
STEFANIA DIVERTITO

9 Novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA