James Spader/The Blacklist
5:00 pm, 3 Novembre 16 calendario

James Spader: Cattivo è bello!

Di: Redazione Metronews
condividi

TELEVISIONE The Blacklist – da venerdì 4 novembre la quarta stagione in prima tv su Fox Crime HD (Canale 116 di Sky) alle 21.05 – è tra le serie americane “procedurali” più intriganti. Merito soprattutto del suo protagonista, il serafico James Spader (vincitore a Cannes per il film Sesso, bugie e videotape) nei panni dell’enigmatico, implacabile e spietato mediatore criminale Red. Informatore dell’FBI, fornisce dettagli sui terroristi più pericolosi. In cambio può vigilare sull’agente Liz Keen, sua protetta. Nei nuovi episodi, Red, sconvolto per la scomparsa della donna, fa di tutto per trovarla: ne parla a Metro il suo carismatico interprete.
Come evolverà il suo personaggio?
Nella scorsa stagione si è visto Red vulnerabile per la prima volta, ma non è uno che si crogiola nelle debolezze. È stato tradito, pensava di aver perso Liz, ma lo ritroviamo in azione pronto a risolvere la situazione perché tutti sono nei guai, alcuni personaggi sono ai ferri corti tra loro e la sua protetta rischia la vita.
Perché le piacciono i cattivi?
Perché spesso hanno un ampio spettro di sentimenti, e questo mi permette di trovare qualcosa nel loro carattere con cui mettermi in relazione. E mi piace esplorare le dicotomie umane.
Red è affascinante, sebbene sia un assassino. Perché piace tanto?
Perché vive ai confini estremi della società, fa cose che gli altri non avrebbero il coraggio di fare. Anch’io lo trovo interessante: da piccolo ero attratto da James Cagney e Humphrey Bogart, i loro personaggi erano simili.
Quasi tutti i suoi colleghi sono su Twitter, Fb…
Non so neanche come funzionano, non ricorro neanche a email o sms: uso il telefono per telefonare.
 
LORENZA NEGRI
 

3 Novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA