TERREMOTO
9:11 pm, 1 Novembre 16 calendario

Dopo il terremoto mille verifiche a Roma

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA L’onda lunga del sisma che ha colpito il centro Italia continua a farsi sentire a Roma. Fino a martedì le verifiche effettuate dai vigili del fuoco sono state oltre mille: sono 150 gli edifici lesionati, comprese chiese e musei. Nella lista si sono aggiunti la basilica di Sant’Eustachio, dietro al Pantheon, San Francesco di Paola a Monti, San Silvestro, nell’omonima piazza e Santa Maria in Trastevere. Crepe anche al Museo Borghese e a Palazzo Barberini. Al Flaminio la scorsa notte sono state evacuate le 28 famiglie di una palazzina Ater in piazza Perin del Vaga, a San Lorenzo è stato parzialmente sgomberato un ostello.
Viabilità ok
I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza un tratto delle mura Aureliane tra Porta Latina a Porta San Sebastiano. Il traffico è stato interdetto ai mezzi pesanti su via delle Mura Latine in direzione dell’Appia Antica, deviato anche la linea Atac 218. Riaperta la Tangenziale Est, mentre ponte Mazzini è tornato percorribile solo parzialmente da Regina Coeli in direzione lungotevere San Sangallo, con il divieto di transito per i pedoni. Resta chiusa per ora  la Galleria Pasa superiore, sotto San Pietro.
Delega sulle scuole
Sul fronte delle scuole, chiuse per le verifiche, il presidente dell’Associazione nazionale presidi di Roma e Lazio, Mario Rusconi, ha polemizzato con la sindaca Virginia Raggi, chiedendo all’aministrazione di attivarsi con personale qualificato per la verifica degli edifici, evitando di delegare ai dirigenti scolastici la conta (e la responsibilità) di eventuali anomalie o danni.
METRO

1 Novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo