CARLO CRACCO
7:26 pm, 29 Settembre 16 calendario

Un locale in Galleria s’avvera il sogno di Cracco

Di: Redazione Metronews
condividi

TV  “Qui non si ride”; “qui non si risponde”. Non solo le prime due regole del Fight Club, ma di “Hell’s Kitchen”, la gara tra cuochi professionisti che torna da martedì 4 ottobre alle 21.15 su Sky Uno. A tiranneggiare gli chef, sempre lui, Carlo Cracco. Nella 3ª edizione (e sono state confermate anche le prossime due) sono attesi ospiti di altissimo livello della ristorazione come  Massimo Bottura.
Cracco, lo dica: lei è così cattivo anche nella vita o è il suo personaggio a Hell’s…?
Diciamo che un po’ facciamo tv, un po’ se devo essere stronzo, sono stronzo. Qui cerchiamo chi ha il temperamento per fare lo chef… Comunque, nella mia cucina mando via gente ogni giorno.
È più divertente fare Masterchef o Hell’s?
Hell’s è cucina vera, non ci sono filtri. Sono professionisti anche se non formati, Masterchef è gente che non sa neanche cosa sia un “servizio”.
Lei sta per aprire due ristoranti a Milano: uno con Lapo e uno in Galleria, inoltre ne lancerà un altro a Mosca, si sente arrivato?
Il meglio deve ancora venire… Di sicuro non credevo di arrivare fin qui.
Ma qual è il suo sogno?
Certamente il ristorante in Galleria: nascerà da zero e sarà solo mio. Spero che sia il mio futuro.
Punta molto sulla città lombarda, concorda con chi parla di un suo “rinascimento”?
È naturale essere qui. La città è migliorata negli ultimo 4/5 anni e con Expo è diventata bellissima.
Ma molti si sono lamentati di  Expo… Aprirebbe un ristorante a Rho-Pero?
L’effetto Expo si è sentito – e si sente ancora – tantissimo, certo non poteva guarire i mali di tutti…  A Rho più che un ristorante, credo si debba recuperare lo spirito dell’Esposizione,  quel “nutrire il Pianeta”, integrando la cultura del cibo con la ricerca scientifica.
ANDREA SPARACIARI

29 Settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA