Carlo Mazzone
6:01 am, 23 Settembre 16 calendario

Mazzone: Fui folgorato da Totti, vedevo solo lui!

Di: Redazione Metronews
condividi

ROMA «Ho avuto un impatto violento con Totti: fui letteralmente folgorato da Francesco! Tutti vedevano gli altri campioni in campo, io vedevo solo lui: un ragazzino dal valore straordinario che nessuno mi aveva mai annunciato o proposto o sottolineato prima. Dicevo tra me: ma questo è bravo, bravo, bravo!». Così Carlo Mazzone che, da tecnico della Roma (1993-’96) lanciò Totti in prima squadra. Sor Carletto – detto anche Sor Magara a sottolineare la sua “romanità” – oggi in pensione, detiene il record di panchine ufficiali in Serie A: ben 795, e considera il Capitano giallorosso “come un figlio adottivo”, e ci tiene a precisarlo!
Mister, secondo lei, che ha allenato i migliori numeri 10 degli ultimi 30 anni (a parte Maradona), si può definire Totti il miglior calciatore italiano di sempre?
Sicuramente, perché è un vero campione: ha tecnica, talento, visione del gioco e capacità come pochi di raccogliere e distribuire il pallone. A questo, poi, c’è da aggiungere la qualità di ragazzo perbene, di buona famiglia.
Il 27 settembre il Capitano spegnerà 40 candeline: lei che lo conosce da una vita, pensa che appenderà gli scarpini al chiodo?
Io dico che il calcio è come una malattia che non va via mai, e Francesco ha tutto il piacere e l’interesse di essere protagonista in campo: riempie la sua vita giocando, oltre che con la sua bella e grande famiglia.
Quali sono le qualità umane e quali i difetti dell’uomo-bandiera della Roma?
Francesco è onesto, sincero e affettuoso. Unico difetto: è troppo bravo!
A suo parere, Luciano Spalletti, che lo centellina a ogni partita scatenando il malcontento dei tifosi, lo sta amministrando bene?
Io, ormai, sono al di fuori, in pensione, e solo il mister, che lo vede tutti i giorni in allenamento, ha il quadro completo della situazione. Comunque, allenare un giocatore così bravo e unico, come Francesco, deve essere sempre un piacere oltre che un onore immenso!
ORIETTA CICCHINELLI

23 Settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA