STALKER CONDANNATO
7:34 pm, 14 Settembre 16 calendario

Stalking per i fiori e i regali non voluti

Di: Redazione Metronews
condividi

TORINO Ditelo con i fiori, ma solo se sono graditi. Un torinese di 70 anni è stato condannato oggi pomeriggio in primo grado a 12 mesi per stalking. La pena è stata sospesa, ma l’uomo dovrà pagare alla sua ex, una donna di 50 anni, una provisionale di 5.000 euro. «Rispetto la sentenza, ma io volevo solo riconquistare l’amore della mia vita. Non mi si può condannare per questo», è stato lo sfogo dell’imputato al suo legale, l’avvocato Antonio Genovese.
«Gli episodi contestati sono meno di dieci nell’arco di 4 anni», ha raccontato a Metro il difensore, aggiungendo: «Tra il mio assistito e la donna che l’ha denunciato c’è una convivenza che va dal 1992 al 2009. Dopo la fine della relazione non ha mai smesso di amarla. Una volta le fece riparare l’auto, un’altra le comprò pollo e patatine in rosticceria, un’altra le regalò delle rose (in quell’occasione la signora si affrettò a distribuirle ai passanti, davanti al suo ex). Solo in un caso si fece trovare nello stesso locale dove era anche la 50 enne, in compagnia di un amico. Ma non si avvicinò, tantomeno la minacciò o molestò. Tra i due i rapporti non sono mai stati violenti. In aula spesso parlavano tra loro in privato».
Nel corso del dibattimento non sono in effetti emersi episodi  tipici delle persecuzioni: nessuna chiamata nel cuore della notte, nessun contatto fisico. «E va considerato che i due soggetti vivono e lavorano a pochissima distanza», ha proseguito l’avvocato, che ha concluso: «Ricorreremo in appello». E nel frattempo come si comporterà l’ex respinto? «Mi ha detto che continuerà ad amare la ex, ma nel silenzio del suo cuore».
PAOLO CHIRIATTI

14 Settembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA