CALCIOMERCATO
3:50 pm, 3 Agosto 16 calendario

Chi è Wanda Nara la donna che comanda il calcio

Di: Redazione Metronews
condividi

CALCIO Ammetto che scoprii Wanda Nara quando un giornale sportivo ne propose la fotogallery sexy, destino affatto insolito alle bombastiche compagne di calciatori sulla rampa di lancio del successo (che spesso sono soubrette, modelle o comunque scalpitanti protagoniste del mondo dello spettacolo). Compagne belle, sì, ma solitamente mute. Non questa volta, però. All’epoca dei fatti Wanda era sposata con l’attaccante argentino Maxi Lopez (detto “el rubio”, per la sua capigliatura bionda), che giocava nel Catania, e la coppia aveva tre figli. Era il 2012 e tutto sembrava procedere per il meglio: Maxi Lopez era in procinto di fare un passo in avanti decisivo nella sua carriera, con l’approdo al Milan, e la bella Wanda con i suoi figli completava il quadretto della famiglia perfetta.  
Come la figura di Wanda sia uscita dalle foto patinate che lei stessa pubblica sui suoi profili social ed abbia preso a muoversi con destrezza ed autorità nei corridoi che contano del calcio italiano, territorio esclusivo maschile, fino a tenere in scacco due delle società più importanti d’Italia, non è facile da spiegare. A Maxi Lopez andò male: con il Milan e con la famiglia. L’amore con Wanda finì in un dolorosissimo divorzio 2.0 a colpi di tweet, cui tutti poterono assistere sui social (la Nara, tra una posa e l’altra, annunciò su Twitter urbi et orbi la fine del suo matrimonio ed anche l’inizio della sua nuova relazione con il giovane Mauro Icardi: 29 anni lei, 23 lui).
Wanda è nata il 9 dicembre 1986 ed è sorella della modella e conduttrice tv argentina Zaira Nara, ha iniziato la sua carriera come modella e showgirl a 19 anni ma divenne molto popolare in Argentina per una presunta liaison con il Pibe de Oro, Diego Armando Maradona, e per un video a luci rosse finito in rete.
A memoria d’uomo, l’amore tra Wanda e Mauro è stato ed è ancora il più social che mai si sia visto: raccontato su twitter passo passo, con una ricchezza faraonica spiattellata davanti agli occhi di tutti (auto costose, piscina sul tetto di casa a Milano vista San Siro, viaggi, case da sogno). Nella sua narrazione social Wanda è abile ad impersonare la donna sexy, la moglie premurosa (nel frattempo lei ed Icardi si sono anche sposati) e la mamma (i due anno anche una figlia, la quarta per l’argentina): solo che all’improvviso è diventata anche l’agente del marito ed ha mostrato il lato nuovo ed inatteso dell’efficientissima donna manager.
Ora, chiariamo un punto: anche Nicolas Higuain, fratello del crac del mercato 2016 Gonzalo, passato dal Napoli alla Juventus per 90 milioni di euro più una quarantina di ingaggio per i prossimi cinque anni, è “solo” un parente finito a fare l’agente del fratello campione. Il fatto, però, è che chiunque avrebbe saputo gestire l’operazione Higuain come ha fatto Nicolas (c’è un compratore ricco, vuole tuo fratello, fa una offerta faraonica e se lo compra). Quella di  Wanda Nara invece è abilità da fare invidia alla volpe più furba del mercato, Mino Raiola. Intanto perchè Mauro Icardi è un giocatore forte e con buoni margini di miglioramento: ma non è un top player. Ma lei lo vende come fosse sua maestà il calcio in persona. Appena l’Inter, di cui Icardi è capitano, ha cambiato proprietà (dal tycoon indonesiano Erik Thohir ai cinesi del gruppo Suning) lei è andata a battere cassa conoscendo, probabilmente, la risposta (cioè «niente da fare», o qualcosa di molto simile espressa magari con più garbo): Icardi del resto aveva rinnovato il contratto solo il 4 giugno 2015  fino al 2019 con un ingaggio a salire (nel 2016 2,6 milioni di stipendio e 1,4 legati ai diritti d’immagine). Ma a Wanda questo non stava più bene (forte di una promessa verbale, dice lei). Ne voleva, e ne vuole, cinque. Almeno.
Wanda sa essere molto convincente. Del resto il Napoli è disposto a fare follie per avere il bomber argentino e la volontà dei partenopei gioca a favore di Wanda e contro i cinesi: lei fa sapere ai cinesi che De Laurentiis (presidente del Napoli), arriverebbe a pagare anche a sette milioni all’anno di ingaggio. Gira anche la voce, non confermata (anzi, secondo molti messa in giro dalla bella argentina per pungolare i cinesi) che la famiglia Icardi abbia preso casa a Posillipo.
Quartiere più esclusivo di Napoli, of course.
Per non parlare delle squadre inglesi (Chelsea in testa) disposte a fare follie per arruolare Maurito: Wanda ha contatti con tutti e li sfrutta per mettere di fronte al fatto compiuto i nerazzurri. O alzano l’ingaggio al marito o è meglio che trovino un sostituto: questo è il concetto. Anche se legati al club fino al 2019, Icardi e la moglie non faticherebbero a trovare un Paperone per pagare il suo cartellino (l’ultimo ad aver manifestato interesse è il Psg, squadra di sceicchi per cui i 70 milioni per comprare Icardi non sarebbero assolutamente un problema).
Nel frattempo, il marito-campione lancia messaggi rassicuranti e dice di voler restare. 
Come andrà a finire? Una cosa è certa: passerà tutto dalle mani della signora Icardi.
Wanda, maggiorata bionda senza studi e (apparentemente) senza talento, tiene stretti in pugno procuratori e presidenti. Detta le regole e si fa rispettare in un polveroso mondo maschilista.
E nel frattempo, ieri ha postato l’ultimo selfie mozzafiato in una Jacuzzi su una villa sul lago di Como.
Forse per il calcio è lei, il vero grande colpo di mercato di questo 2016.
A.B.    
 
 
   

3 Agosto 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il giornale
Più letto del mondo